Giovedì 31 Luglio 2014
 
 

HOME PAGE
ASSOCIAZIONE
TESSERAMENTO
ACCOGLIENZA
SALUTE E PREVENZIONE
GIOVANI

ADULTI
ARCHIVIO FOTO
LESBO
TRANS
SPORTELLO DIRITTI
CASA DELLE DIVERSITÀ
RASSEGNA STAMPA
CINEFORUM
COMUNICATI STAMPA
COLLEGAMENTI
CONTATTACI
divercity
Attività di accoglienza, consulenza psicologica e legale gratuita

Orari sportello:

lunedì: 9 - 14
martedì:  12 - 17
giovedì: dalle 13 - 18

sportellotrans_small

psico_small

sportellomilksmall

gruppo_giovani

Freedom

percorsintegrazione

freeIDnw

cittamica

loghetto

Telefono_amico_2
MAR-GIO-VEN 15-17

cineforum2012


 

Chi è online
 19 visitatori online
Antinoo Tag Cloud
Teatro di San Carlo promozione per Arcigay Napoli
sancarlo
San Carlo Opera Festival 2014
Promozione speciale per l'Associazione Arcigay Napoli

"Zorba è il messaggio della vita che, attraverso il dolore, raggiunge la gioia."

La Repubblica

brand 1

 

Gentili amici, gentile amiche,

la Fondazione Teatro di San Carlo ha riservato all'Associazione Arcigay Napoli, in occasione della messa in scena del Balletto Zorba il greco che andrà in scena al San Carlo venerdì 1 agosto 2014 (ore 21.00), una speciale promozione al prezzo di 10 € per singolo posto di palco.

Per aderire all’offerta, basta inviare un’email all’indirizzo:

promozionepubblico@teatrosancarlo.it oppure presidente@arcigaynapoli.org indicando nell'oggetto della mail "PROMO ARCIGAY PER ZORBA", oppure chiamare al 0817972310 indicando cognome, nome, data e numero di biglietti desiderati. L'assegnazione dei posti avverrà secondo la logica del best seat, ovvero, verrà assegnato, secondo un ordine di riempimento progressivo nei palchi, il miglior posto disponibile al momento della prenotazione.

Per accedere alla promozione è necessario essere iscritti alla Community del Teatro di San Carlo. Se non sei ancora iscritto, puoi farlo qui

http://www.teatrosancarlo.it/register/


sancarloconv



Il balletto

Zorba il Greco è un vagabondo, visita terre lontane, luoghi di incantevoli bellezze e le diversità culturali lo condurranno a vivere le più diverse esperienze tra sogni, speranze, delusioni, dolori, amicizia e amori. I quadri si succedono con la rapidità necessaria trovando il ritmo giusto nella coreografia di Lorca Massine creata su musiche di Mikis Theodorakis per l'Arena di Verona nel 1988.  Una storia di libertà, di fratellanza e di amicizia, ai tempi nostri, in un villaggio della Grecia. Emozione, entusiasmo emergono dall'intreccio di musica e danza, con impatti espressivi assai diversi tra loro. Zorba il greco è balletto d'azione, parte da una storia appassionata che trasuda libertà, gioia della vita, per arrivare, come spesso avviene, ad una metafora, a una trasfigurazione emblematica delle stesse. In Massine jr., ereditato dal padre ma anche da una tradizione orientale, c'è il concetto del dionisiaco, dell'ebbrezza della danza, del senso di libertà che palpita in Zorba come in ogni uomo, del senso della vita che sta nel movimento. Del resto tutto nella danza altro non è che un' intensificazione dell'esistenza. Zorba il Greco è un balletto trascinante che non ci si stanca di rivedere.

Il coreografo

Lorca Massine è nato a New York da una famiglia di artisti. Inizia a studiare danza classica a dieci anni sotto la guida del padre, Léonide Massine e a quindici intraprende la carriera artistica alternando la danza classica con quella di carattere e con spettacoli di prosa. A diciassette anni comincia a dedicarsi alla coreografia formando una compagnia di balletto (European Ballet); un anno dopo entra nella compagnia di Béjart (Ballet du XXe Siècle) dove conosce tutti gli aspetti della danza moderna e la regia. Intraprende poi la carriera di coreografo scegliendo New York come punto di partenza: qui prepara un balletto per il Work Shop, la scuola del New York City Ballet il cui direttore, Balanchine, lo invita a far parte della sua compagnia. Lorca accetta e resta per più di tre anni collaborando alle coreografie di Balanchine, Jerome Robbins e altri. Da allora ha creato più di cinquanta spettacoli. Tra i suoi balletti più rappresentati nei teatri internazionali, Esoterik Satie, Jack in the box, Gaité Parisienne, La Boutique Fantasque, Mario e il Mago, Pulcinella, Work in progress, Fortepianissimo e Zorba il Greco.


Il compositore

Mikis Theodorakis, compositore greco famoso anche per il suo impegno nella vita politica del suo paese, rispecchia la Grecia stessa in tutte le sue sfaccettature. Attraverso le sue composizioni esprime e trasfigura l'essenza profonda del popolo ellenico, anima dell'Europa, essenza dell'Occidente. Perennemente in bilico tra passato e presente, tra identità e differenza, Mikis Theodorakis ha costruito senso e valori attraverso la poesia, attraverso la bellezza della sua opera. Nato il 29 luglio 1925 nell'isola greca di Chio da padre di origine cretese e da madre di origine greco-anatolica Theodorakis conosce i campi di concentramento, compreso quello famigerato sull'isola di Macrònissos, e la deportazione a Icarìa. In questo periodo contrae la tubercolosi. Nel 1950, messo in libertà, si diploma al Conservatorio dell'Odeion, e completa il servizio militare. Comincia a comporre e a farsi conoscere in patria come nuovo talento della musica greca. Importanti le colonne sonore dei film "Fedra" di J. Dassin e del suo capolavoro, quel "Zorba il Greco" (regia di Cacoyannis), la cui musica meravigliosa lo innalzerà a fama internazionale e imperitura. Oggi Theodorakis è la più consapevole, profonda ed estesa voce della Grecia contemporanea.


L'étoile


Rodrigo Guzman è nato a Punta Arenas. A 17 anni ha iniziato a studiare danza classica, pochi mesi dopo si trasferisce a Santiago dove si iscrive alla Scuola di Ballo del Teatro Municipal di Santiago avendo come maestri Pablo Aharonian, Georgi Christoff e Claudio Muñoz, fino al 1998. Nel 1999, entra a far parte del Ballet de Santiago sotto la direzione di Ivan Nagy e inizia ad esibirsi da solista in celebri balletti come "Manon", "Corsaro", "Giselle" e  "Il Lago dei Cigni". Prima di diventare ballerino sotto la direzione di Marcia Haydée, nel settembre 2004, ha interpretato ruoli da protagonista come Basilio (Don Chisciotte) Albrecht (Giselle), Franz (Coppelia), Siegfried (Il Lago dei Cigni), Nutcracker Prince (Lo Schiaccianoci), The Chosen (La sagra della primavera) e Il torero (Carmen). Nel dicembre 2005 ha ricevuto il Premio Altazor come migliore figura maschile nella danza. Nel 2006 gli è stato anche assegnato il riconoscimento APES Award nella stessa categoria e il Critics Circle Award  per il suo ruolo di Carabosse (La bella addormentata). Recentemente è stato protagonista, in prima mondiale, di "30 Hours Bar & Tr3s" di Eduardo Yedro su musica di Los Tres.

 

Zorba il Greco

Musica | Mikis Theodorakis

Direttore | Mikail Agrest

Coreografia | Lorca Massine

Maitre de Ballet | Irina Kolioumpakina Akrioti

Luci | Alessandro Carletti

Zorba | Rodrigo Guzmàn

John | Alessandro Macario


Orchestra e Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo

Teatro di San Carlo

 

 
Arcigay Napoli e Salerno nuovi membri ILGA

Le associazioni Arcigay “Antinoo” di Napoli ed Arcigay “Marcella di Folco” di Salerno sono ufficialmente iscritte ad ILGA, International Lesbian & Gay Association, federazione mondiale di associazioni in difesa dei diritti delle persone LGBTI che ha la sua sede europea a Bruxelles (ilga-europe.org).


I due comitati territoriali Arcigay negli ultimi anni hanno realizzato numerose iniziative che hanno contribuito a uno sviluppo del territorio in chiave inclusiva per tutte le cittadine e i cittadini lgbtqi campani. Tappe fondamentali del percorso comune sono state l’istituzione del Comitato Campania Rainbow, di cui sono tra le fondatrici, e l’iscrizione nel registro dell’Unar, dipartimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri che si occupa assieme agli enti no profit di pianificare interventi di contrasto alle discriminazioni. 
«L’appartenenza ad un organismo internazionale come l’ILGA è grande motivo di orgoglio, ci permette di portare ora le voci dei nostri territori in un contesto internazionale», afferma Antonello Sannino, presidente del comitato partenopeo, sottolineando l’importanza dell’iscrizione, «Ora possiamo confrontare le nostre esperienze con quelle presenti in altri paesi e consolidare assieme nuove pratiche per la promozione dei diritti lgbtqi e il contrasto alle discriminazioni».


«La Campania risulta ancora tra le regioni che rientrano nell’Obiettivo Convergenza e alla debolezza strutturale della nostra economia si associa una forte vulnerabilità sociale che rende più gravosa la vita ai cittadini lgbtqi che devono affrontare già tanti problemi», afferma Ottavia Voza, presidente di Arcigay Salerno, «Viviamo nella regione con il più alto numero di transessuali in Europa e un’alta percentuale di essi vive in stato di povertà. Grazie all’ILGA faremo pressione affinché l’Unione Europea ristabilisca un livello adeguato di fondi indirizzati alle politiche di genere per le regioni con maggiori difficoltà».

napoli ilga
salerno ilga

 

 
MATRIMONIO GAY – DE MAGISTRIS FIRMA IL CERTIFICATO PER LA PRIMA COPPIA

Comunicato Stampa

14.07.2014

 

MATRIMONIO GAY – DE MAGISTRIS FIRMA IL CERTIFICATO PER LA PRIMA COPPIA

 

Si è tenuta a Palazzo San Giacomo oggi lunedì 14 luglio alle ore 10:30 la prima trascrizione del matrimonio contratto in Spagna tra il napoletano Roberto e lo spagnolo Miguel. Come già annunciato in occasione della conferenza stampa del Mediterranean Pride Of Naples, dal 30 Giugno infatti è possibile trascrivere all’Anagrafe del Comune di Napoli i matrimoni tra persone dello stesso sesso celebrati all’estero. Il Sindaco De Magistris mantenendo la sua promessa proietta così la città partenopea in vetta alla classifica dei comuni che hanno adottato misure a favore dei cittadini LGBTI.

 

«Con la trascrizione dei matrimoni Napoli è di fatto la capitale dei diritti civili in Italia; questo è il primo passo per strutturare una legge avanzata in tema di matrimonio egualitario che possa avere la più ampia condivisione in parlamento», Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli Antinoo, esprime in questo modo la sua soddisfazione, «nella speranza che presto i cittadini e le cittadine gay e lesbiche per sposarsi non avranno più bisogno di andare oltre frontiera faccio i miei migliori auguri ai due sposi Roberto e Miguel».

 

“Roberto e Miguel ora sono sposi anche per l’Italia – dichiara Fabrizio Marrazzo Portavoce Gay Center e testimone di nozze della coppia – ricordo il loro matrimonio a Madrid che dava il senso dell’esilio, ora finalmente anche in Italia hanno pari diritti, potranno adottare, assistersi ed amarsi come tutte le coppie. Da Napoli un primo segnale all’Italia, ora anche i sindaci di altre grandi città come Roma, Milano, Bologna, Palermo, etc.. spero che consentiranno presto anche alle loro coppie gay di trascrivere i matrimoni contratti all’estero.”

 

“Oggi mi tremavano le gambe, e come la prima volta che ci siamo sposati – dichiara Roberto lo sposo di Miguel – ringrazio il Sindaco de Magistris per il suo impegno, i cittadini di Napoli erano gia pronti al nostro matrimonio ricordo le decine di persone venute da Napoli a Madrid per vedere il nostro matrimonio, ora con questo gesto lo sono anche le istituzioni, ora sulla mia carta di identità sarò “Coniuge” come sui miei documenti spagnoli, oggi mi sento orgoglioso di essere napoletano, sono emigrato per l’assenza di diritti, oggi finalemte la situazione sta cambiando, mi auguro che anche il parlamento dia presto la possibilità dei matrimoni gay”

 

Ufficio stampa

Arcigay Napoli - Gay Center Roma


foto Giancarlo de Luca e Marco Tancredi
 

Arcigay NapoliIl Comitato Provinciale Arcigay Antinoo di Napoli ONLUS, organizzazione di volontariato, iscritta al registro regionale del volontariato, è “nata“ il 22 ottobre 2005, ma Arcigay è attiva a Napoli dal 1984. L'associazione ha fini solidaristici, di volontariato sociale ed opera con l'azione diretta, spontanea, personale e gratuita dei propri aderenti nel settore della tutela dei diritti civili, della prevenzione e recupero dell'emarginazione, della promozione della cultura e di attività ricreative. Si impegna nella promozione dei diritti delle persone gay, lesbiche, transessuali e transgender contribuendo ad accrescere nella società una visione positiva dell'essere omosessuale o transessuale. Come supporto alla comunità LGBT napoletana svolge i seguenti servizi: Sportello Legale, Telefono Amico, supporto- socio-Psicologico, Sportello Salute.

Nella nostra sede, aperta alla partecipazione ed al contributo di tutti e tutte le, puoi trovare il Gruppo Giovani, Gruppo Lesbo, Gruppo Trans, Gruppo Genitori. Per qualsiasi informazione Contattaci.
Ricorda che Arcigay Napoli cresce grazie all'aiuto dei volontari, quindi anche col tuo se vorrai.