Domenica 20 Aprile 2014
 
 

HOME PAGE
ASSOCIAZIONE
TESSERAMENTO
ACCOGLIENZA
SALUTE E PREVENZIONE
GIOVANI

ADULTI
ARCHIVIO FOTO
LESBO
TRANS
SPORTELLO DIRITTI
CASA DELLE DIVERSITÀ
ARCHIVIO STAMPA
CINEFORUM
COMUNICATI STAMPA
COLLEGAMENTI
CONTATTACI

sportellotrans_small

psico_small

sportellomilksmall

gruppo_giovani

Freedom

percorsintegrazione

freeIDnw

loghetto

Telefono_amico_2
MAR-GIO-VEN 15-17

cineforum2012


 

Chi è online
 28 visitatori online
Antinoo Tag Cloud
Percorsi di Integrazione - Mercoledì 16 aprile sportello ascolto. Sabato 19 aprile escursione a Punta Campanella

Sportello Ascolto Psicologico

Mercoledì 16 aprile - dalle ore 16,30 alle 19,30

presso sede operativa Arcigay/Arcilesbica - Napoli.

Il Servizio di Sportello di Ascolto è gratuito ed anonimo

I destinatati potranno disporrre di un servizio gratuito ed anonimo, che si configura quale luogo sicuro e discreto nel quale poter essere ascoltati e ottenere sostegno psicologico ed emotivo riguardo a problemi di natura personale, sociale e relazionale. 

Contatti e Prenotazioni - info line 347/18/75/884 - mail : sportelloascolto@arcigaynapoli.org

 

Escursione trekking del Laboratorio Sportivo


Sabato 19 aprile 2014 escursione: Punta Campanella – Massa Lubrense (Na).
Appuntamento alle 10:15 presso la stazione della Circumvesuviana di Sorrento o alle 11:30 in piazza S. Croce a Termini (Massa Lubrense).
Ai fini organizzativi, vi chiediamo cortesemente di indicare al momento della prenotazione, il luogo da voi prescelto per l’appuntamento.
Vi ricordiamo che per prenotarsi è sempre necessario inviare una e-mail a: laboratoriosportivo@gmail.com con nome, cognome e cellulare di tutti i partecipanti, entro venerdi 18 aprile h 14:00.

 

Il referente del Progetto Percorsi di Integrazione - Mosaico della Solidarietà Csv Napoli
Luigi Giove
e-mail: gigiove@libero.it
15x21 avanti

 

 
Convocazione Assemblea straordinaria - 30 aprile ore 19:00

arcilogo

Con la presente è convocata, ai sensi degli art. 13, 14 dello Statuto del Comitato provinciale Arcigay Antinoo di Napoli ONLUS, per il giorno mercoledì 30 aprile c.a. alle ore 17:30 in prima convocazione, e per giorno mercoledì 30 aprile c.a. alle ore 19.00 in seconda convocazione, presso la sede sociale, sala “casa comune delle diversità”, Vico San Geronimo n° 17, l’Assemblea straordinaria delle associate e dei associati al Comitato provinciale Arcigay “Antinoo” di Napoli ONLUS per la discussione e relative deliberazioni sul seguente ordine del giorno (OdG):
  1. Ratifica nuovi componenti del Consiglio Direttivo;
  2. PRIDE 2014;
  3. Strategie politiche territoriali, gestione attività associative;
  4. Organizzazione di iniziative ed eventi per il trentennale;
  5. Organizzazione del Consiglio Nazionale di Arcigay a Napoli;
  6. Campagna di Tesseramento.

Si ricorda che l'Assemblea, in prima convocazione, è regolarmente costituita con la presenza di più di metà de* soc* e delibera a maggioranza assoluta. In seconda convocazione non è previsto un quorum costitutivo e l'assemblea delibera a maggioranza assoluta de* soc* presenti.

Hanno diritto al voto (non è previsto voto su delega) tutte le associate e gli associati regolarmente tesserati al Comitato Arcigay di Napoli  ed in regola con la quota associativa.
E' possibile iscriversi e/o rinnovare la tessera non oltre la prima votazione.

Napoli, lì 07/4/2014

Il Presidente
Antonello Sannino

 
Pubblichiamo gli opuscoli UNAR per l'educazione all'affettività
PUBBLICHIAMO GLI OPUSCOLI UNAR
PER L'EDUCAZIONE ALL'AFFETTIVITA' NELLE SCUOLE

Cliccare sull'immagine per scaricare un file compresso contentente i pdf dei 3 opuscoli
progetto_UNAR
19/02/2014 NOTA SUL PROGETTO "EDUCARE ALLA DIVERSITÀ”
(Nota a cura dell'Istituto Beck)

In relazione ai recenti articoli pubblicati sulla stampa appaiono necessarie e opportune le seguenti precisazioni.
  • L’Istituto A.T. Beck è un’associazione scientifico-professionale di psicologi e psicoterapeuti che, tra le attività che svolge, si impegna a diffondere e tutelare le posizioni, da tempo condivise, della comunità scientifica nazionale e internazionale sui temi del progetto "Educare alla diversità”.
  • Gli opuscoli sono stati predisposti su mandato dell’UNAR per la realizzazione di specifici moduli didattici di prevenzione e contrasto dell’omofobia e del bullismo omofobico nelle scuole e adottano una prospettiva scientifica, e non ideologica.
  • L’American Psychological Association (2009, 2012) scrive che "l’attrazione, i sentimenti e i comportamenti sessuali e romantici verso persone dello stesso sesso sono normali e positive varianti della sessualità umana indipendentemente dall’identità di orientamento sessuale”.
  • Le influenze che l’ambiente socio-culturale e religioso può esercitare nel generare omofobia e omofobia interiorizzata, non soltanto sono di pacifica osservazione[1], ma conclusioni a cui pervengono numerosi studi scientifici. L’impatto negativo del conflitto tra omosessualità e religione sulla salute mentale è stato ampiamente dimostrato (Hatzenbuehler, Pachankis, Wolff, 2012; Schuck, Liddle, 2001). Secondo Herek (1984, 1992, 1998) "…maggiore risulta il grado di ignoranza, di conservatorismo politico e sociale, di cieca credenza nei precetti religiosi, maggiore sarà la probabilità che un individuo abbia un’attitudine omofoba”. Harris, Cook, Kashubeck-West (2008) affermano che omosessualità e religione possono andare d’accordo: un più liberale e meno dogmatico rapporto con la religione si accompagna a livelli più bassi di omofobia interiorizzata e a un’identità sessuale più integrata. Hatzenbuehler e collaboratori (2009, 2010, 2012) rilevano come l’incidenza di disturbi psichici e alcolismo sia nettamente superiore tra le persone gay e lesbiche residenti in Paesi dove non esistono leggi specifiche contro le violenze e le discriminazioni omofobiche e/o in contesti dove le organizzazioni religiose sono meno accoglienti.
  • Gli opuscoli non mirano a sminuire l’importanza della famiglia tradizionale ma valorizzano anche la qualità affettiva ed educativa di famiglie omosessuali, delle quali la letteratura scientifica conferma l’adeguatezza (Patterson, 2000, 2004a; Perrin, 2002; Tasker, 1999; Tasker & Golombok, 1997).
Più nel merito del progetto l’Istituto A.T. Beck intende precisare che:
  • Gli opuscoli non sono stati distribuiti, ma – previa autorizzazione – sono stati messi a disposizione attraverso un download protetto con password per coloro che ne avessero fatto esplicita richiesta.
  • Gli opuscoli sono rivolti esclusivamente agli insegnanti e non agli alunni e, in quanto tali, possono essere utilizzati con le modalità che gli insegnanti e i genitori, coinvolti dalla scuola nel progetto, ritengano più opportune.
  • Il razionale dell’intervento non è la diffusione di una "teoria gender” ma la prevenzione e la lotta all’omofobia e al bullismo omofobico.
  • Gli esercizi e i moduli didattici, inappropriatamente estrapolati dal contesto, sono adattati da strumenti educativi prodotti dalle Università British Columbia, University of East London e dalla Global Alliance for Lgbt Education.
L’Istituto A.T. Beck ribadisce che quanto proposto negli opuscoli citati riflette le posizioni della comunità scientifica nazionale e internazionale sui temi dell’orientamento sessuale e del bullismo omofobico.
Che queste posizioni siano o non siano degne di ispirare e informare un intervento educativo nelle scuole italiane è una scelta sulla quale l’Istituto A.T. Beck non intende esprimere giudizi, riservandosi tuttavia di adire le vie legali per tutelare la propria immagine da attacchi ingiustificati.
Roma, 19 febbraio 2014
Dott.ssa Antonella Montano
Direttrice Istituto A.T. Beck
[1] Non molto tempo fa il Presidente dell’Ordine degli psicologi italiani scriveva "Ci ha colpito il tono offensivo e irrispettoso dell’intervento di Mons. Rigon, che ha usato parole quali "estirpare” o "incancrenire”, quasi a gettare una luce oscura sull’omosessualità, avallando, di fatto, una cultura omofobica, purtroppo ancora radicata in una parte autorevole del mondo della Chiesa e nel Paese”.
 
Dal 1 Maggio - Noi Saremo - Teatro Elicantropo

Körper presenta Palco 11zero8

in

"NOI SAREMO"

creazione di Roberto Matteo Giordano e Gennaro Maione
Coreografia e Interpreti:
Roberto Matteo Giordano - Gennaro Maione
Voce:
Francesca Annunziata
Drammaturgia e Regia:
Roberto Matteo Giordano
Tecnico suono/luci:
Marco Perrella
produzione Palco 11zero8

DAL 1 AL 4 MAGGIO 2014 ore 21| domenica ore 18

"Verlaine e Rimbaud sono figli del loro tempo, un tempo in cui l’artista romantico si ribella alla tradizione e ai canoni, perché l’una e gli altri ingabbiano la fantasia, la creatività e, quindi, impediscono all’ anima, allo spirito di sfogare in qualche modo la tensione verso l’infinito che è la testimonianza di come l’intelletto può superarne limiti e confini per esperire ciò che sta oltre.
Attraverso il concetto di infinito, utilizzando principalmente il movimento come strumento di espressione, vengono raccontate le vicissitudini dei due poeti maledetti dando priorità alla parte emozionale, ai sentimenti e alla fusione delle due anime/corpi in un Uno Assoluto.
Godendo dell’ Io infinito, e quindi della sua assoluta attività e spontaneità, essi vivono conseguentemente della sua assoluta libertà e la loro poesia è così il risultato del “caos” interiore dei protagonisti, quel caos che disintegra l’ordine alle cose, lo smisurato al posto del misurato, l’infinito al posto del finito che va cercato non dopo la morte, ma nell’ardore di una vita vissuta intensamente"

TEATRO ELICANTROPO
Vico Gerolomini 3, Napoli

INFO e PRENOTAZIONI:
3491925942(mattina)
081296640(pomeriggio)
promozionelicantropo@liber o.it


"Palco 11zero8 nasce per volontà di Roberto Matteo Giordano con l’intento di contribuire in maniera sostanziale ed effettiva alla valorizzazione e alla diffusione delle discipline dello spettacolo, in particolar modo della recitazione e della danza. Partendo dal concetto di arte come espressione dei sentimenti dell’animo umano, Palco 11zero8 fa della parola e del movimento gli strumenti di comunicazione di tali sentimenti e fa dell’interpretazione il suo linguaggio d’azione.
Grazie a validi collaboratori che costituiscono l’anima di questa nuova identità teatrale e che credono congiuntamente e convintamente nell’importanza della promozione di tali attività artistiche e nell’esaltazione della figura del danzatore e dell’attore come figure professioniste, Palco 11zero8 punta alla qualità con sincera e salutare ambizione, appassionata devozione e viscerale entusiasmo.

"Non importa dove si fa teatro o per chi si fa teatro, l’importante è farlo e farlo bene"


 

01maggio14

 

Arcigay NapoliIl Comitato Provinciale Arcigay Antinoo di Napoli ONLUS, organizzazione di volontariato, iscritta al registro regionale del volontariato, è “nata“ il 22 ottobre 2005, ma Arcigay è attiva a Napoli dal 1984. L'associazione ha fini solidaristici, di volontariato sociale ed opera con l'azione diretta, spontanea, personale e gratuita dei propri aderenti nel settore della tutela dei diritti civili, della prevenzione e recupero dell'emarginazione, della promozione della cultura e di attività ricreative. Si impegna nella promozione dei diritti delle persone gay, lesbiche, transessuali e transgender contribuendo ad accrescere nella società una visione positiva dell'essere omosessuale o transessuale. Come supporto alla comunità LGBT napoletana svolge i seguenti servizi: Sportello Legale, Telefono Amico, supporto- socio-Psicologico, Sportello Salute.

Nella nostra sede, aperta alla partecipazione ed al contributo di tutti e tutte le, puoi trovare il Gruppo Giovani, Gruppo Lesbo, Gruppo Trans, Gruppo Genitori. Per qualsiasi informazione Contattaci.
Ricorda che Arcigay Napoli cresce grazie all'aiuto dei volontari, quindi anche col tuo se vorrai.