Sistema

Un grave caso di omofobia si è verificato a Giugliano di Napoli. Su un muro in piazza Muncipio, infatti, durante la notte è comparsa la scritta “auguri ricchioni” accompagnata dal simbolo di una svastica: la scritta fa riferimeno all’Unione Civile di Francesco e Salvatore, due attivisti lgbt, che si è celebrata proprio stamattina nel palazzo del Comune.

Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli, presente anche alla cerimonia in qualità di amico dei due ragazzi, esprime solidarietà e condanna per quanto accaduto

“Il clima di tensione nei confronti di questa Unione Civile – afferma Sannino – è il sintomo ulteriore del clima di intolleranza ormai all’ordine del giorno in questo paese. Arcigay Napoli farà denuncia contro ignoti per vandalismo e per accertare le responsabilità su questa grave intimidazione alla comunità lgbt”

 

Ennesima e vile aggressione omofoba nella villa Floridiana di Napoli denunciata dall’assemblea transfemminista “Non Una di Meno – Napoli” sulla loro pagina Facebook.

Vittima un ragazzo di appena 16 anni, aggredito prima verbalmente e poi fisicamente da un uomo di trent’anni per il solo fatto di indossare una camicia troppo sgargiante

“Esprimiamo – dichiara Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli – tutta la nostra solidarietà e vicinanza concreta al ragazzo vittima di violenza e odio e ringraziamo ‘Non Una di Meno - Napoli’ per la denuncia pubblica. I fatti raccontati ci spingono ancora una volta a chiedere l’immediata discussione della legge regionale contro l’omofobia, imperdonabilmente ferma da troppo tempo alla sesta Commissione Regionale presieduta dall’esponente del Partito Democratico, Tommaso Amabile. Invitiamo tutte le cittadine tutti i cittadini libere/i a fare fronte comune contro l’intolleranza e lo odio sabato 30 giugno a Pompei per il Pride. Solo l’alleanza tra le forze democratiche, civili, libere di questo paese può creare un argine vero alla deriva violenta, razzista, misogina, e omotransfobia nel nostro Paese. Occorre da subito ripartire nelle scuole e tra i giovanissimi per ricostruire una nuova cultura dell’inclusione e del rispetto di tutti e di tutte”

Quasi una risposta alle ultime discriminatorie esternazioni del ministro Fontana che negano l’esistenza della “famiglia gay”, così potremmo sinteticamente definire lo spot del Mediterranean Pride of Naples 2018 ideato, scritto e diretto dall’attrice e regista napoletana Cinzia Mirabella e sostenuto e condiviso da Arcigay Napoli.

Lo spot, che ricorda l’appuntamento con il Pride di Napoli del prossimo 14 luglio, pone al centro della narrazione un momento ordinario nella vita di una coppia omogenitoriale, focalizzando l’attenzione dello spettatore sui momenti che precedono la partecipazione della coppia stessa al corteo del Pride: si tratta di una famiglia composta da due giovani uomini che, dopo aver accompagnato la figlia al parco, si avviano con gli amici verso la parata del Pride, portando con sé la propria bambina.

Insomma, un delicato e raffinato ritratto familiare declinato in “salsa Pride”, volto a ribadire i valori dell’inclusione, dell’accoglienza e del rispetto che sono valori propri dell’universo storico-sentimentale della comunità LGBTI, della città di Napoli e del Pride.

Oltre all’ideazione e alla regia di Cinzia Mirabella, urge ricordare la presenza di Fabio Marino e Ugo De Matteo in qualità di videomakers, di Andrea Axel Nobile, come organizzatore generale e di Silvia Manco come Make Up Artist. Interpreti dello spot sono: Amedeo Ambrosino, Andrea Finelli, la piccola Sofia Piccirillo e, in ordine di apparizione, Sara Carbone, Paolo Gentile, Valentina Iniziato, Anastasia Mamayda, Summer Minerva, Valentina Noviello, Maria Vecchioni. Si ringraziano, poi, gli attivisti del Gruppo Giovani Arcigay di Napoli, Antonio Auriemma, Gabri Capasso, Fortunatina Mastellone, Giulio Marini, Vincenzo Morlando, Silvia Schettini e Max Wine del Gruppo Over The Rainbow di Arcigay Napoli. Un ringraziamento particolare per la collaborazione all’attore Peppe Mastrocinque.

La grafica e il logo del Mediterranean Pride di Napoli sono firmati da Luciano Correale, responsabile della comunicazione visiva del direttivo Arcigay di Napoli. Appuntamento, dunque, al Mediterranean Pride di Napoli, sabato 14 luglio 2018!

 
Anche le persone LGBT parteciperanno alla manifestazione “Mai più fascismi, mai più razzismi” convocata per il prossimo 24 febbraio a Roma.
 
In un momento particolarmente delicato per le garanzie democratiche del nostro paese, proprio mentre le forze politiche più reazionarie e populiste invocano un irrigidimento normativo sia relativamente ai diritti delle persone extracomunitarie sia rispetto agli stessi diritti delle persone lgbt, è necessario mostrare all’intero Paese la comunanza e la solidarietà che stringe tutte le minoranze e tutte e tutti coloro che, a prescindere da qualsiasi differenza etnico-culturale e da qualsiasi orientamento e identità, dicono No in maniera netta e decisa al razzismo, all'omofotransfobia, all’esclusione e alla violenza.
 
Ecco perché invitiamo tutte e tutti coloro che credono in un mondo migliore, più libero e più giusto, a partecipare alla manifestazione nazionale antifascista e antirazzista annunciata per sabato 24 febbraio a Roma e il cui concentramento sarà  alle ore 13.30 in Piazza della Repubblica, piazza da cui si muoverà il corteo per arrivare in Piazza del Popolo dove dalle ore 15.00 avrà luogo la manifestazione.”
 
Per aderire compilare il modulo: http://arcigaynapoli.org/adesione24febbraio
 
oppure inviare una email a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Prime adesioni:  
 
Antonello Sannino
Ottavia Voza
Vanni Piccolo
Franco Grillini
Sergio lo Giudice
Porpora Marcasciano
Luigi Amodio
Leonardo Monaco
Yuri Guagliana
Gabriele Piazzoni 
Flavio Romani
Claudio Finelli
Francesco Lepore
 
 
Adesioni associazioni in ordine cronologico: 
 
Arcigay, Arcigay Napoli, Certi DirittiGaynews, GayNet, Circolo di Cultura omosessuale Mario Mieli, Torino Lovers Film Festival, Arcigay Makwan Messina , DEMS Arcobaleno, Arcigay Catania, Arcigay Ragusa, Arcigay  "i due mari "Reggio Calabria, Arcigay Bari, Arcigay Ferrara, Arcigay Cosenza, Arcigay Catanzaro, Arcigay Salerno, Associazione WAND Benevento, I'm gay any problem, Fondazione Genere Identità Cultura, Famiglie Arcobaleno, C.I.G. Arcigay Milano, Anddos, Plus ONLUS, Gaycs, Arcigay Arezz Chimera Arcobaleno, Arcigay Caserta Rain, ANPI Bisenzio Lanciotto Ballerini, Coordinamento Laicità Scuola Salute, Hermes Academy ONLUS, Stramboli presidio Arcigay prov. di Taranto, Sportello migranti arcobaleno Taranto, Arcigay Cremona La Rocca,  in aggiornamento 
 
Adesioni individuali in ordine cronologico: 
 
Monica Cirinnà, Sebastiano Francesco Secci, Giovanni Minerba Rosario Duca, Rosario Murdica, Angelo Schillaci, Lucio Dattola, Danilo Di Leo, Daniela Lourdes Falanga, Luca Mercogliano, Manuela Macario, Shamar Droghetti, Giovanni Caloggero, Valentina Giusti, Carmn Lo Ferrara, Antonio Migliazza, Antonella Capone, Pietro Maturi, Antonio Auriemma, Luca Pedicini, Mariano Fusaro, Francesco Napoli, Camilla Ranauro, Amedeo Angelone, Fabio Corbisiero, Chiara Franchini, Vincenzo Capuano, Vladimir Luxuria, Paolo Valerio, Valerio Colomasi Battaglia, Salvatore Simioli, Mara Biancamano, Ettore Massera, Carmela Smaldone, Nicolò Garito, Ezio De Gesu, Alessandra Quarto, Gaetano Fazari, Vania Falcone, Raffaele Carotenuto, Monica Emilia Mazzarello, Filomena Ferrara, Marco Nicosia, Lorenzo Ermenelgildo Zurlo, Eva Croce, Leonardo Laviola, Palmira Banchi, Roberto Datenuc, Fabrizia Dona, Stefano Pieralli, Osvaldo Piscitani Tunno, Anita Sterna, Chiara Mazzuca, Salvatore Moscato, Rosi Fois, Fulvio Conti, Dania Bazzechi, -Sussanna Santurri e Francesca, Annalisa Scarnera, Luigi Pignatelli, in aggiornamento 

La nostra sede riaprirà regolarmente a partire da lunedì 18 settembre dalle ore 16:30. 
Per info sui servizi e sugli sportelli del nostro Comitato scriveteci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Nell’ambito della manifestazione "Estate a Napoli 2017", organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli sarà presentato in collaborazione con “Napoli sotterranea” e con la “Metastudio89”, il lavoro teatrale di grande successo di Fortunato CalvinoCravattari”, Il testo di Calvino, ha ricevuto dal 1995 anno del suo debutto, diversi premi di drammaturgia. Rappresentato interrottamente dal 1995 ad oggi con più di 900 repliche in tutta Italia. Dopo 23 anni, verrà ripresentato per l’occasione nella versione originale del 1995. Per quattro eccezionali repliche. La prima parte dello spettacolo si svolgerà nella Basilica di San Paolo Maggiore, la seconda nelle gallerie di Napoli Sotterranea. Il pubblico seguirà gli attori da un palcoscenico all’altro avendo modo di apprezzare l’unicità del patrimonio artistico - culturale di Napoli. La scelta delle location non è casuale ma, in linea con la mission del progetto che vuole suggerire che la bellezza e la cultura possono essere , sempre di più, una risorsa importante per l’economia di questa città. Lo spettacolo debutterà sabato 9 settembre 2017 alle ore 20,30 e sarà replicato secondo il seguente calendario:
- domenica10 settembre ore 20,15
- sabato 16 settembre ore 20,15
- domenica 17 settembre ore 20,15
- Ingresso libero fino a esaurimento posti: capienza sala 70 spettatori a replica.
- Accesso in sala dalle ore 20.15
 

  
1983 BUTTERFLY
progetto Bio_Grafie
 
Creazione 2016
PICCOLA COMPAGNIA DELLA MAGNOLIA
in coproduzione con il Festival delle Colline Torinesi
 
In scena dal 15 al 19 marzo 
Galleria Toledo - Napoli

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

"Io sono un uomo che ha amato una donna creata da un uomo.
Tutto il resto non ha senso, non è niente".
Bernard Boursicot

 

Lo spettacolo,  coprodotto con il Festival delle Colline Torinesi, ancora una volta prosegue il tema caro alla Compagnia della mortalità dell’amore, intrecciando questioni di identità sessuale e accettazione, prendendo a prestito una nota storia di cronaca del XX secolo e aprendola verso orizzonti universali. La cronaca diventa qui una sorta di epopea classica. La menzogna, la dissimulazione, fanno parte di questa storia, quasi che lo sfondo fosse un romanzo di spionaggio e non una storia d’amore. Il soggetto originale è l’incredibile storia d’amore tra il diplomatico-spia  bretone Bernard Boursicot (che vive da anni in una casa di riposo a Rennes e che ha collaborato con la Compagnia alla drammaturgia, condividendo ricordi e presenze dal passato) e l’artista d’ Opera cinese Shi Pei Pu. Una  vicenda oscura, che ha sedotto pittori, scrittori e cineasti tra i quali Cronenberg che realizzò la pellicola M. Butterfly.  La vicenda, che intreccia amore-politica-spionaggio-sessualità-identità di genere e che a tratti si congiunge all’opera di Puccini con inquietante accidentalità, ha attraversato vent’anni di storia tra Occidente e Oriente, culminando nel 1983 in un processo fiume che ha scandalizzato il mondo rivelando la parabola di un uomo che “ha amato per vent’anni una donna creata da un uomo”. Il teatro si interroga su questa vicenda, chiedendosi come può la "finzione" parlare di questi amori, all’epoca vietati, senza precipitare nel pathos, nel mero racconto biografico o in un naturalismo di cattivo gusto.

“Non è il richiamo dell’opera di Puccini a sollecitarci, bensì l’incompiutezza e l’ambigua ingenuità della storia umana della coppia 

che tenteremo di affrancare dai limiti spazio/temporali delle fonti". Giorgia Cerruti

PICCOLA COMPAGNIA DELLA MAGNOLIA

Piccola Compagnia della Magnolia compie una rigorosa e appassionata indagine a cavallo tra codici teatrali e ricerca, affrontando con sguardo contemporaneo il fare teatro, riappropriandosi spesso dei classici o sperimentando ultimamente scritture originali su Bio_Grafie, inseguendo una sintesi tra ricerca formale e densità emotiva, 

attraverso un teatro antinaturalistico, in un dialogo aperto e diretto con il Pubblico. Magnolia ha rappresentato i suoi spettacoli in numerosi festival e teatri in Italia e all’estero. DOSSIER SPETTACOLI 

 

DICONO DELLO SPETTACOLO:

Constatiamo come il pubblico della prima sia stato trascinato, non solo nel segno della ragione ma anche e soprattutto in quello dell’emozione e talora della passione, e coinvolto da questo bellissimo spettacolo che non dimentica il distacco dell’ironia, un’ironia che ci difende dalla forza e anche dall’asprezza dei sentimenti, come difende Boursicot dalla sua caduta, e consente ad ognuno una chiave singolare per conoscere. (...) Una ulteriore ottima prova drammaturgica e registica di Giorgia Cerruti, che la interpreta “bravamente” (alla francese) insieme a Davide Giglio, dalla maturità eccellente. Maria Dolores Pesce –DRAMMA.IT

D’eccezione la prova attorale, ambiziosa e riuscita: mentre Cerruti riesce a volgere la sua femminilità esplosiva nei dati di energia e presenza del maschio occidentale che si percepisce come dominante, Giglio d’altra parte è conturbante e perturbante insieme, dal tratto ambiguo. (...) Uno spettacolo ricco, a tratti sovraccarico e ridondante nel suo dipanarsi esponenziale di segni ma in grado di restituire molteplicità di prospettive e colorature semantiche, rigore biografico e rotondità interpretativa, assumendosi la responsabilità di suggerire qualcosa. Giulia Muroni - PAC PANEACQUACULTURE

Uno spettacolo emozionante che lascia increduli e sconvolti. Gli attori, Giorgia Cerruti (Bernard Boursicot) e Davide Giglio (Shi Pei Pu), creano sul palco un magistrale incrocio chiastico di ruoli, affidando in modo invertito il personaggio della donna a un uomo e quello dell’uomo a una donna. Assunta Matassa – PERSINSALA

DISTRIBUZIONE

Giulia Randone/Magnolia > Italia e estero

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Cel. 0039 333 1054547

Christian Le Blanc > Francia

PICCOLA COMPAGNIA DELLA MAGNOLIA / COMPAGNIA PIPPO DELBONO

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Cell. +33 662 486 598

A tutti i soci di Arcigay  il biglietto è ridotto al prezzo ridotto di 10 euro.

Sottocategorie

f t g