Cultura

151014
Il Chiaja Hotel de Charme e il Centro di Poesia vi invitano al primo imperdibile appuntamento della stagione 2014–2015 – VI ANNO - di Poetè – ciclo di letture poetiche (e non solo) infuse di teina

Mercoledì 15 ottobre
alle ore 18.30,

nel salottino del Chiaja Hotel de Charme
in via Chiaia 216 (1° piano) a Napoli,

CLAUDIO FINELLI

presenterà

La mammana
(Einaudi)
di
Antonella Ossorio


Interverranno:

Antonella Ossorio

Ottavia Voza
(Presidente Arcigay Salerno)

Daniela Lourdes Falanga
(Responsabile Politiche Transessuali Arcigay Napoli)

Eduardo Savarese
(scrittore)

Letture
Cristina Donadio



L’incontro sarà, come di consueto, condito da tè e biscottini.

Ingresso libero.
Per info e prenotazioni :
Claudio Finelli - tel. 349.4784545 - claudiofinelli1@virgilio.i t

Direzione Artistica: Claudio Finelli
Art Concept: Luciano Correale
Patron della manifestazione: Pietro Fusella
Comunicazione: Valter Catalano
Responsabile Comunicazione Network: Andrea Axel Nobile
Consulente alla Comunicazione Network: Federica Massari
Staff: Silvio Campione, Antonio Cuccurullo, Lella de Lucia, Filippo Ivan Fruggiero, Alessandro Grieco, Luca Mercogliano, Claudio Postiglione, Daniele Vaccaro.

Con il patrocinio morale di:

ASSESSORATO ALL’ISTRUZIONE E ALLA PROMOZIONE CULTURALE DELLA REGIONE CAMPANIA

COMUNE DI NAPOLI

INSTITUT FRANÇAIS DI NAPOLI

In collaborazione con:

BELLOMUNNO – Napoli

FONDAZIONE GENERE IDENTITA’ E CULTURA

ArciGay Napoli
Coordinamento ArciGay Regione Campania
ArciGay Salerno
Coordinamento Campania Raimbow
Lalineascritta – Laboratorio di Scrittura Creativa
Napoligaypress.it
NPS – Network Persone Sieropositive
Ass. Vololibero

La bambina dal viso di alabastro nasce in una notte rischiarata dalla cometa. La donna che l'accoglie è di pochi sorrisi e poche parole come chiunque custodisca un segreto, ma ha il portamento di una regina e un'energia misteriosa nelle mani. Due solitudini speciali che sapranno conquistare il proprio posto nel mondo, sfidando ogni destino già scritto. Perché quello che siamo è ciò che scegliamo di essere ogni giorno. La Napoli che ci racconta Antonella Ossorio è una città libera e ribelle, dallo splendore oltraggioso, colta nel pieno dei tumulti del 1848. Un romanzo scrigno che racchiude turbamenti e gioie, amori e vendette, insomma la vita.
Il Chiaja Hotel de Charme, ricavato dall’ antica dimora del Marchese Nicola Lecaldano Sasso La Terza, è segnalato su tutte le maggiori guide turistiche internazionali.
Nel suo salottino sono ospitati nel corso dell’anno eventi, mostre ed incontri culturali.
Il Chiaja Hotel de Charme è il tuo salotto nel cuore del “salotto” di Chiaia.
Il Centro di Poesia, che ha ricevuto il patrocinio morale della Facoltà di Lettere dell’Università Federico II di Napoli, è un’associazione senza scopo di lucro creata da Antonio Cuccurullo. Si avvale del coordinamento artistico-letterario di Claudio Finelli ed ha quale Direttore Scientifico il Prof. Corrado Calenda
Poetè è un progetto di Claudio Finelli (Napoli, 1973), docente di italiano e latino che, cresciuto come attore in laboratori e compagnie teatrali, collabora con diverse associazioni culturali in qualità di sceneggiatore, regista, attore e organizzatore culturale.
E’ delegato cultura del direttivo Arcigay Antinoo di Napoli, Presidente del Coordinamento Arcigay Regione Campania ed è responsabile dei progetti culturali del direttivo del Nuovo Teatro Sanità di Napoli.
Dall’autunno 2005, è tra gli organizzatori di “La Corte della Formica”, un festival nazionale di corti teatrali e narrativi che si svolge, ogni anno, presso alcuni spazi teatrali di Napoli.
Collabora, inoltre, con l’associazione culturale Il Racconto Ritrovato di Torino, con Le monde diplomatique, con Corrierespettacolo, e con Napoligaypress.
E’ creatore e direttore artistico di vari eventi culturali legati alla poesia, alla narrativa e al teatro a Napoli, a Salerno e a Roma, tra cui Pride Time (incontri e performances di cultura LGBT al Penguin Café di Napoli), Wilde Boys (incontri e performances di cultura LGBT a Salerno) e Poetè, ciclo di letture poetiche (e non solo) infuse di teina, che ha luogo dall’autunno 2009 presso il Chiaja Hotel De Charme di Napoli.
Dal novembre 2012, è tra i conduttori della trasmissione radiofonica Barba e Capelli su CRC Targato Italia.
E’ co-autore e produttore del Camp Show contro l’omofobia “Very Christmas Superstar” ed è autore della drammaturgia del format teatrale di Mario Gelardi “Do Not Disturb”. Con Roberto Azzurro ha portato in scena “In pantaloni rosa e garofano verde”.
Ha curato il volume Se stiamo insieme, antologia di racconti sulla coppia di fatto, edito da Caracò (2013).
Sulle mie labbra (La Vita Felice, 2013) è il suo primo libro di poesie.

l Consolato Generale della Repubblica Bolivariana del Venezuela a Napoli

invita

ALLA PRIMA NAZIONALE DEL FILM

“AZUL Y NO TAN ROSA”

Vincitore del Premio Goya come “Miglior film straniero in lingua spagnola” (2014)

Istituto Cervantes - via Nazario Sauro 23, Napoli

Lunedì 6 ottobre alle 17

Saranno presenti il regista venezuelano Miguel Ferrari

la giornalista Natascia Festa, l’autore e referente Cultura per Arcigay Napoli Claudio Finelli,

il presidente di Arcigay Napoli Antonello Sannino

e il console Marnoglia Hernández Groeneveledt

Il film sarà proiettato in lingua spagnola con sottotitoli in italiano

Ingresso gratuito


La proiezione del film all’Istituto Cervantes, lunedì 6 ottobre alle 17,00, è organizzata dal Consolato venezuelano con il patrocinio dell’Istituto Cervantes di Napoli e di Arcigay NapoliArcigay Campania.

PRIME VOLTE. Azul y no tan rosa è l'opera prima di Ferrari. Il primo premio Goya per un film venezuelano, e il primo film venezuelano in cui viene rappresentata in modo esplicito una relazione omosessuale. La proiezione del 6 ottobre all’Istituto Cervantes di Napoli è la prima nazionale in Italia.

LE TEMATICHE. Azul y no tan rosa è una commedia drammatica che tratta apertamente, senza cliché, e creando empatia con lo spettatore, temi quali la paternità e il rapporto padre (omosessuale)-figlio, il coming out, l'omosessualità, l'omofobia, l'anoressia, la violenza sulle donne ; ma anche l’amore, l’amicizia e la famiglia in senso ampio.

LA TRAMA IN SINTESI. Diego, un fotografo di successo di Caracas, decide di ufficializzare la sua relazione con Fabrizio andando a vivere con lui, ma inaspettatamente si ritrova a doversi occupare di suo figlio Armando, che vive in Spagna e che non vede da anni. Il ragazzo arriva in Venezuela con l’animo pieno di risentimento: non sarà facile per Diego farsi conoscere e riconoscere da suo figlio e ristabilire la relazione affettiva con lui.

locandina_venezuela

{youtube}64bOdjs8VTM{/youtube}


sancarlo

 

San Carlo Opera Festival 2014
Promozione speciale per l'Associazione Arcigay Napoli

 

brand 1

 

Gentili amici, gentile amiche,


La V edizione di Autunno Danza, in programma dal 15 al 30 ottobre 2014 al Teatro San Carlo, è ormai alle porte.
Da sempre scenario di nuove produzioni e ospiti internazionali, Autunno Danza è un'opportunità unica e imperdibile per tutti gli amanti di quest'arte che, oltre ad assistere agli spettacoli in cartellone, potranno vivere fino in fondo l'atmosfera magica di questo evento dedicato alla danza prendendo parte alle iniziative con cui il Festival coinvolge il suo pubblico.

Ad inaugurare, quest’anno, il Festival sarà il Gala della Scuola di Ballo, a cura della Direttrice Anna Razzi, in cartellone il 15 e 16 ottobre. Si proseguirà il 22 e 23 ottobre con Le 8 Stagioni, balletto su musiche di Astor Piazzolla e Antonio Vivaldi con le coreografie dell’argentino Mauricio Wainrot, una delle maggiori figure della danza contemporanea. Anna Karenina diBoris Eifman, grande innovatore dello stile accademico russo apprezzato sia dagli amanti della danza classica che dagli appassionati della danza contemporanea, sarà in scena con le musiche di Cajkovskij il 25 e 26 ottobre. Il Festival si concluderà il 29 e il 30 ottobre con Eduardo, artefice magico, ideato e curato da Francesco Nappa, coreografo e danzatore napoletano che ha interpretato creazioni di grandi artisti quali Armitage, Duato, Forsythe e Kylian.

La Fondazione Teatro di San Carlo è lieta di invitare tutti gli associati e le associate all'Arcigay di Napoli all'evento di Apertura del Festival che si svolgerà sabato 4 ottobre  alle ore 18 nel Foyer del Teatro di San Carlo. Durante la serata, presenteremo gli spettacoli del Festival, alla presenza del Sovrintendente Rosanna Purchia e del Direttore Artistico Vincenzo De Vivo, assisteremo ad un red carpet di costumi e tutù a cura del Danzificio Petrecca e ci sarà la possibilità di conoscere da vicino i danzatori del nostro Corpo di Ballo e di incontrare per la prima volta il nuovo Maitre de Ballet del San Carlo, Lienz Chang. Ospiti speciali della serata, saranno i ballerini Alessandro Macario e Anbeta ToromaniNel corso dell'evento, ci sarà, inoltre, per l'Arcigay la possibilità di acquistare i biglietti per gli spettacoli del Festival ad un prezzo privilegiato.

La partecipazione all’evento di apertura del Festival è GRATUITA, ma i posti sono limitati. La preghiamo, perciò, di voler confermare il numero di adesioni all’indirizzo promozionepubblico@teatrosancarlo.it oppure al numero 0817972468 entro le ore 18.00 di venerdì 3 ottobre.

 

“Vico Sirene”, il testo di Fortunato Calvino, debutterà il 29 agosto prossimo al Todi Festival per la regia di Enrico Maria La Manna. In scena Massimiliano Gallo, Imma Piro, Beppe Convertini, Francesco Di Leva.
Al centro dello spettacolo il mondo dei femminielli: c’è la tombola, evento cruciale nella vita dei quartieri; ci sono le pene d’amore di Susy, coinvolta con un uomo sposato che non accenna a separarsi dalla moglie; c’è Mina, nei guai per essere stata testimone di una rapina; c’è Cocacola, tanto bella quanto arrogante. Un’esistenza “vivace” che mostra il suo “rovescio” quando una delle protagoniste viene uccisa (riportando alla mente la tragica fine di Pier Paolo Pasolini): ecco quindi le amicizie che vivono di notte e si spengono alla luce del giorno, ed ecco il senso di colpa dei clienti, che talvolta viene soffocato con brutale violenza.
Colore e dramma, orgoglio e vergogna si alternano nel testo e s’intersecano esprimendo al meglio la complessità di una città, giunta al varco del terzo millennio ancora in attesa di venire a patti con se stessa.
Una produzione Ventottodieci e Laprimamericana. In scena anche Nicola Paduano, Antonio Di Matteo, Davide Schiavo, Giovanni Auriemma, Baianu Mihai Madalin. Scene di Massimiliano Nocente, costumi di Teresa Acone, musiche originali di Antonio Di Pofi, disegno luci di Stefano Pirandello.
Per info e biglietti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | 075 895 6706 | www.todifestival.it
Todi Festival
www.todifestival.it
SCUSA LA FOTO è SBAGLIATOA
“Vico Sirene”, il testo di Fortunato Calvino, debutterà il 29 agosto prossimo al Todi Festival per la regia di Enrico Maria La Manna. In scena Massimiliano Gallo, Imma Piro, Beppe Convertini, Francesco Di Leva.
Al centro dello spettacolo il mondo dei femminielli: c’è la tombola, evento cruciale nella vita dei quartieri; ci sono le pene d’amore di Susy, coinvolta con un uomo sposato che non accenna a separarsi dalla moglie; c’è Mina, nei guai per essere stata testimone di una rapina; c’è Cocacola, tanto bella quanto arrogante. Un’esistenza “vivace” che mostra il suo “rovescio” quando una delle protagoniste viene uccisa (riportando alla mente la tragica fine di Pier Paolo Pasolini): ecco quindi le amicizie che vivono di notte e si spengono alla luce del giorno, ed ecco il senso di colpa dei clienti, che talvolta viene soffocato con brutale violenza.
Colore e dramma, orgoglio e vergogna si alternano nel testo e s’intersecano esprimendo al meglio la complessità di una città, giunta al varco del terzo millennio ancora in attesa di venire a patti con se stessa.
Una produzione Ventottodieci e Laprimamericana. In scena anche Nicola Paduano, Antonio Di Matteo, Davide Schiavo, Giovanni Auriemma, Baianu Mihai Madalin. Scene di Massimiliano Nocente, costumi di Teresa Acone, musiche originali di Antonio Di Pofi, disegno luci di Stefano Pirandello.
Per info e biglietti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | 075 895 6706 | www.todifestival.it
“Vico Sirene”, il testo di Fortunato Calvino, debutterà il 29 agosto prossimo al Todi Festival per la regia di Enrico Maria La Manna. In scena Massimiliano Gallo, Imma Piro, Beppe Convertini, Francesco Di Leva.

Al centro dello spettacolo il mondo dei femminielli: c’è la tombola, evento cruciale nella vita dei quartieri; ci sono le pene d’amore di Susy, coinvolta con un uomo sposato che non accenna a separarsi dalla moglie; c’è Mina, nei guai per essere stata testimone di una rapina; c’è Cocacola, tanto bella quanto arrogante. Un’esistenza “vivace” che mostra il suo “rovescio” quando una delle protagoniste viene uccisa (riportando alla mente la tragica fine di Pier Paolo Pasolini): ecco quindi le amicizie che vivono di notte e si spengono alla luce del giorno, ed ecco il senso di colpa dei clienti, che talvolta viene soffocato con brutale violenza.
Colore e dramma, orgoglio e vergogna si alternano nel testo e s’intersecano esprimendo al meglio la complessità di una città, giunta al varco del terzo millennio ancora in attesa di venire a patti con se stessa.
Una produzione Ventottodieci e Laprimamericana. In scena anche Nicola Paduano, Antonio Di Matteo, Davide Schiavo, Giovanni Auriemma, Baianu Mihai Madalin. Scene di Massimiliano Nocente, costumi di Teresa Acone, musiche originali di Antonio Di Pofi, disegno luci di Stefano Pirandello.
Per info e biglietti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | 075 895 6706 | www.todifestival.it
fortunatocalvino
f t g