Istituzionale Associazione

arcigaynapoli

Con la presente è convocata, ai sensi degli art. 13, 14 e 23 dello Statuto del Comitato provinciale Arcigay Antinoo di Napoli ONLUS, per il giorno giovedì 24 marzo c.a. alle ore 18:30 in prima convocazione, e per giorno venerdì 25 marzo c.a. alle ore 18.00 in seconda convocazione, presso la sede sociale, sala “casa comune delle diversità”, Vico San Geronimo n° 17, l’Assemblea ordinaria delle associate e dei associati al Comitato provinciale Arcigay “Antinoo” di Napoli ONLUS per la discussione e relative deliberazioni sul seguente ordine del giorno (OdG):

  1. Relazione Tesoriere e del Consiglio Direttivo;
  2. Discussione e approvazione Bilancio consuntivo 2015;
  3. Discussione e approvazione Bilancio preventivo 2016;
  4. Varie ed eventuali.

Si ricorda che l'Assemblea, in prima convocazione, è regolarmente costituita con la presenza di più di metà de* soc* e delibera a maggioranza assoluta. In seconda convocazione non è previsto un quorum costitutivo e l'assemblea delibera a maggioranza assoluta de* soc* presenti. Si ricorda che l'Assemblea, in prima convocazione, è regolarmente costituita con la presenza di più di metà de* soc* e delibera a maggioranza assoluta. In seconda convocazione non è previsto un quorum costitutivo e l'assemblea delibera a maggioranza assoluta de* soc* presenti. Hanno diritto al voto (non è previsto voto su delega) tutte le associate e gli associati regolarmente tesserati al Comitato Arcigay di Napoli ed in regola con la quota associativa.


Napoli, lì 29/02/2016

Il Presidente
Antonello Sannino
191215

Con la presente è convocata, da domenica 27 settembre, dalle ore 19:00, presso la "Casa Comune delle differenze", in vico San Geronimo 17 - NAPOLI, l'ASSEMBLEA POPOLARE PERMANENTE di tutte le socie e i soci del Comitato Arcigay di Napoli.

L'Assemblea è aperta a tutte le cittadine e a tutti i cittadini che vogliono sostenere le nostre istanze di libertà e uguaglianza.

La sede sarà un presidio aperto tutto il giorno, anche di notte, per pensare, per strutturare e per attivare iniziative in città e altrove, fin quando il nostro Parlamento non sancirà la piena uguaglianza per tutti i suoi cittadini e le sue cittadine.

Vi aspettiamo per organizzare insieme la gestione dell'Assemblea, le iniziative pubbliche e un percorso politico che porti ad azioni concrete in città e nel Paese.

Napoli, 25-09-2015

Antonello Sannino
Presidente Arcigay Antinoo di Napoli

 

arcigaynapoli
--
arcigaynapoli
Con la presente è convocata, ai sensi degli art. 13, 14 dello Statuto del Comitato provinciale Arcigay Antinoo di Napoli ONLUS, per il giorno venerdì 04 settembre 2015 alle ore 17:30 in prima convocazione, e per giorno venerdì 04 settembre c.a. alle ore 19.00 in seconda convocazione, presso la sede sociale, sala “casa comune delle diversità”, Vico San Geronimo n° 17, l’Assemblea straordinaria delle associate e dei associati al Comitato provinciale Arcigay “Antinoo” di Napoli ONLUS per la discussione e relative deliberazioni sul seguente ordine del giorno (OdG):

  1. Convocazione Congresso provinciale per elezione delle nuove cariche sociali e dei delegati al XV Congresso nazionale di Napoli del 13,14,15 novembre 2015;
  2. Approvazione regolamento congressuale;
  3. Varie ed eventuali.

Si ricorda che l'Assemblea, in prima convocazione, è regolarmente costituita con la presenza di più di metà de* soc* e delibera a maggioranza assoluta. In seconda convocazione non è previsto un quorum costitutivo e l'assemblea delibera a maggioranza assoluta de* soc* presenti.

Hanno diritto al voto (non è previsto voto su delega) tutte le associate e gli associati regolarmente tesserati al Comitato Arcigay di Napoli  ed in regola con la quota associativa.
E' possibile iscriversi e/o rinnovare la tessera non oltre la prima votazione.

Napoli, lì 04/08/2015


Il Presidente
Antonello Sannino

AVVISO IMPORTANTE CHIUSURA ESTIVA:


La sede dell'associazione resterà chiusa per la pausa estiva dal giorno Lunedì 27 Luglio e riaprirà Venerdì 4 Settembre.

Il giorno Domenica 26 luglio si terrà una festa per la chiusura delle attività sociali.

11227579_803403306445844_8257785736838781381_o

Con grande entusiasmo il Comitato Arcigay Antinoo Napoli ha stipulato una collaborazione, attraverso un protocollo d'intesa (a seguire), con la cooperativa "International Napoli Network" che consentirà a decine di volontari/e, provenienti da tutto il mondo, di ampliare e supportare l'azione del nostro storico Comitato, azione che ha in questo modo un importante respiro internazionale.
Le volontarie e i volontari internazionali stanno già collaborando con lo sportello "Migra_Antinoo" e per implementare il nostro Centro di Documentazione prendendo contatti con le maggiori associazioni lgbt europee e non solo.

buon lavoro a tutte e tutti

Antonello Sannino
Presiedente Arcigay Napoli
protocollodiintesainternazionale
protocollodiintesainternazionale002

Davvero speciale questo mese di giugno per la comunità LGBT campana: tra elezioni politiche, eventi internazionali e realizzazione dei Pride, la nostra regione vola proprio over the rainbow!

overtherainbow 2 overtherainbow 1
Foto del Benevento Campania Pride

Le recentissime consultazioni regionali sono state un importante banco di prova per valutare l’atteggiamento delle forze politiche del territorio rispetto alle istanze della comunità LGBT.

de luca
De Luca firma il documento politico per gli LGBT.

Il fatto che tutti i candidati al governo della nostra regione abbiano deciso di controfirmare un documento, stilato dalle associazioni LGBT campane,  che conteneva un’esplicita richiesta di impegni concreti, è un avvenimento storico e sicuramente gravido di conseguenze poiché costringerà il neo eletto Presidente De Luca a lavorare in maniera seria e  responsabile relativamente alla politiche che riguardano la nostra comunità.

Inoltre, sempre relativamente alle elezioni regionali, registriamo con evidente soddisfazione il successo di molti candidati Consiglieri che hanno sostenuto e appoggiato le istanze della comunità LGBT e che siederanno nel prossimo Consiglio Regionale, ottimo anche il risultato in termini di voti dei due candidati LGBT: Giulia Tesauro, organizzatrice del Campania Pride di Benevento, che è stata la più votata nella sua lista Sinistra a Lavoro e  Pino De Stasio, figura storica di politico dichiaratamente gay, candidato tra i più votati al centro storico di Napoli, riportiamo infine agli onori della cronaca politica le sonore bocciature dei candidati omofobi, Alessandra Mussolini, Sandra Lonardo in Mastella e Carlo Aveta.

zinnomilk
Giorgio Zinno (sinistra) con Stuart Milk (destra)

Restando nell’agone politico, altro successo che merita attenzione è quello di Giorgio Zinno, neo-eletto sindaco di San Giorgio a Cremano, un  sindaco giovane e dichiaratamente omosessuale che potrà apportare davvero sensibili cambiamenti alla qualità della vita dei suoi concittadini.
beneventopride 5beneventopride 3
Benevento Campania PRIDE

E poi c’è l’ottimo risultato del Benevento Campania Pride, il primo Pride svoltosi nella città sannita che ha visto un’incredibile partecipazione popolare, registrando una cospicua affluenza perfino dalle regioni limitrofe. Un’affluenza coloratissima e pacifica che ha cancellato ogni timore dovuto alla presenza, in contemporanea, di due contro-manifestazioni, quella delle Sentinelle in Piedi e quella di Forza Nuova. Un Pride che ha sancito anche un nuovo rapporto di fiducia con l’amministrazione di Benevento se è vero che il Sindaco Fausto Pepe, sebbene non abbia preso parte al Pride, ha deliberato la compartecipazione del Comune alla realizzazione dell’evento e ha annunciato l’imminente istituzione del Registro delle unioni civili.

beneventopride 4beneventopride 6
Benevento Campania PRIDE

D’altronde, sempre nella città delle Streghe, il Pride ha provocato un piccolo ma significativo “terremoto” di civiltà poiché ha messo in crisi la posizione di Giovanni Zarro, capogruppo del Partito Democratico al Comune di Benevento, e di fatto politicamente “sfiduciato” dal suo stesso partito, che aveva organizzato per il prossimo 12 giugno un vergognoso convegno con i “Giuristi per la vita”, associazione di stampo chiaramente “clerico-fascista” che, in spregio di quanto sancito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, si batte contro i diritti delle persone LGBT e sostiene che l’omosessualità sia una malattia e vada curata.
beneventopride 1
Giulia Innocenzi madrina del Benevento Pride

Infine, proprio il 10 giugno, cioè nel giorno in cui il “dittatore” russo anti-gay, Vladimir Putin, arriva all’EXPO di Milano, la comunità LGBT napoletana saluta con entusiasmo Stuart Milk, nipote del leader storico del movimento di liberazione omosessuale Harvey Milk, presidente della Harvey Milk Foundation e consigliere per i diritti civili del presidente statunitense Barack Obama. La presenza di Stuart Milk a Napoli, fortemente voluta dal nostro Comitato e dal Consolato degli Stati Uniti a Napoli,  è certamente un evento di rilevanza storica e sancisce la grande disponibilità del capoluogo campano a promuovere i diritti LGBT, con il sostegno di un amministrazione che si rivela sempre più aperta e propositiva nella definizione di strategie culturali e politiche funzionali a sostenere e favorire il benessere e la felicità delle persone LGBT. Stuart Milk, nella sua visita a Napoli, oltre ad aver avuto un momento di confronto pubblico in Sala Giunta del Comune di Napoli, con il Sindaco, Luigi de Magistris, la delegata per il Governo per le Pari Opportunità, Giovanna Martelli, ha incontrato in RAI la produzione, le attrici e gli attori di “Un posto al Sole”, che, proprio in questi mesi, sta proponendo alcuni episodi che raccontano una storia d’amore omosessuale
alcomune 1
Con Stuart Milk e Giovanna Martelli

alcomune 3alcomune 4
Stuart Milk con de Magiatris e Colombia Barrosse

inrai 2
Stuart Milk in Rai con Un posto al sole

Prossimo appuntamento per marcare nuovamente la forza e il calore della comunità LGBT campana sarà il Pride di Napoli, previsto per sabato 11 luglio, un Pride tematico dedicato alla scuola, perché è proprio dalla scuola che bisogna educare i ragazzi all’affettività e al rispetto delle differenze. L’11 luglio, come ogni anno, il Pride sfilerà per le vie della città, trascinando con sé migliaia di persone in un’unica grande festa con cui la città dice NO alle discriminazioni e al pregiudizio, una festa a cui prenderanno parte i politici della città e diversi personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo. E poi ci sarà una madrina d’eccezione, una vera icona della comunità LGBT…ma perché venga svelato il nome, vi tocca attendere ancora un po’!

inrai 1
Sannino, Stuart Milk e Alessio Chiodini

aperitivomilk
Arcigay Napoli con S.Milk e gli attori di UPAS

rainbow

ai firmato la petizione contro l'omofobia a scuola?
Stop Omofobia a Scuola
Perché lesbiche, gay, bisessuali, trans devono stare male a scuola? Firma la petizione!
https://www.change.org/p/matteo-renzi-stop-omofobia-a-scuola
“Le scuole devono essere luoghi sicuri, devono combattere gli atteggiamenti discriminatori, creare comunità accoglienti, costruire una società inclusiva e permettere l’Educazione per Tutti.” (UNESCO 1994).
La scuola pubblica, così come è stata delineata dalla nostra Costituzione, rappresenta il luogo privilegiato in cui riconoscere il diritto di tutti ad essere sostenuti nel cammino verso "il pieno sviluppo della persona umana", attraverso la rimozione degli "ostacoli di ordine economico e sociale", che limitano di fatto "la libertà e l´uguaglianza dei cittadini".
Purtroppo in Italia per molti ragazzi e molte ragazze gay, lesbiche, bisessuali e transessuali, ma anche per le persone a loro vicino come figli, parenti e amici, la scuola può rappresentare il luogo in cui essere esposti all’insulto, alla derisione, all’isolamento, al bullismo; con gravi conseguenze, anche irreversibili, sul piano educativo ed esistenziale (sono oltre 100.000 le vittime di bullismo omofobico per anno scolastico in Italia).
Da anni le Associazioni proponenti sono impegnate per prevenire e contrastare questi fenomeni, purtroppo in questi ultimi tempi sembra essersi acceso un fuoco incrociato su chi sta cercando di costruire un clima sociale di rispetto per la dignità delle persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali. Queste campagne delegittimano e colpiscono giovani e adolescenti.
Di fronte a questa grave situazione chiediamo di aderire al nostro appello affinché la scuola pubblica e laica, nata dalla nostra Costituzione, sia una scuola inclusiva e aperta.
Chiediamo al Presidente del Consiglio e al Governo che sia rafforzata e data piena attuazione alla “STRATEGIA NAZIONALE per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere (2013 -2015)”, anche nella prospettiva del triennio 2016-2018; chiediamo infine che alla scuola sia data la possibilità di essere nel suo compito educativo uno spazio di elaborazione culturale e sociale che risponda alle esigenze di cambiamento e che contribuisca a quella uguaglianza sostanziale tra tutti i cittadini, di cui il nostro Paese ha tanto bisogno.
Le Associazioni proponenti: A.GE.D.O., ARCIGAY, ARCILESBICA, ASSOCIAZIONE RADICALE CERTI DIRITTI, EQUALITY ITALIA, FAMIGLIE ARCOBALENO, GAY CENTER
(Il testo completo della petizione, con le adesioni lo puoi trovare alla pagina FACEBOOK:  STOP OMOFOBIA A SCUOLA e sui siti delle Associazioni)
stopomofobiascuola
Hai firmato la petizione contro l'omofobia a scuola?

Stop Omofobia a Scuola

Perché lesbiche, gay, bisessuali, trans devono stare male a scuola? Firma la petizione!

https://www.change.org/p/matteo-renzi-stop-omofobia-a-scuola

“Le scuole devono essere luoghi sicuri, devono combattere gli atteggiamenti discriminatori, creare comunità accoglienti, costruire una società inclusiva e permettere l’Educazione per Tutti.” (UNESCO 1994).
La scuola pubblica, così come è stata delineata dalla nostra Costituzione, rappresenta il luogo privilegiato in cui riconoscere il diritto di tutti ad essere sostenuti nel cammino verso "il pieno sviluppo della persona umana", attraverso la rimozione degli "ostacoli di ordine economico e sociale", che limitano di fatto "la libertà e l´uguaglianza dei cittadini".
Purtroppo in Italia per molti ragazzi e molte ragazze gay, lesbiche, bisessuali e transessuali, ma anche per le persone a loro vicino come figli, parenti e amici, la scuola può rappresentare il luogo in cui essere esposti all’insulto, alla derisione, all’isolamento, al bullismo; con gravi conseguenze, anche irreversibili, sul piano educativo ed esistenziale (sono oltre 100.000 le vittime di bullismo omofobico per anno scolastico in Italia).
Da anni le Associazioni proponenti sono impegnate per prevenire e contrastare questi fenomeni, purtroppo in questi ultimi tempi sembra essersi acceso un fuoco incrociato su chi sta cercando di costruire un clima sociale di rispetto per la dignità delle persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali. Queste campagne delegittimano e colpiscono giovani e adolescenti.
Di fronte a questa grave situazione chiediamo di aderire al nostro appello affinché la scuola pubblica e laica, nata dalla nostra Costituzione, sia una scuola inclusiva e aperta.
Chiediamo al Presidente del Consiglio e al Governo che sia rafforzata e data piena attuazione alla “STRATEGIA NAZIONALE per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere (2013 -2015)”, anche nella prospettiva del triennio 2016-2018; chiediamo infine che alla scuola sia data la possibilità di essere nel suo compito educativo uno spazio di elaborazione culturale e sociale che risponda alle esigenze di cambiamento e che contribuisca a quella uguaglianza sostanziale tra tutti i cittadini, di cui il nostro Paese ha tanto bisogno.

Le Associazioni proponenti: A.GE.D.O., ARCIGAY, ARCILESBICA, ASSOCIAZIONE RADICALE CERTI DIRITTI, EQUALITY ITALIA, FAMIGLIE ARCOBALENO, GAY CENTER.

(Il testo completo della petizione, con le adesioni lo puoi trovare alla pagina FACEBOOK:  STOP OMOFOBIA A SCUOLA e sui siti delle Associazioni).

All’appello hanno già aderito numerose personalità, tra cui le sociologhe Laura Balbo e Chiara Saraceno, il costituzionalista Gustavo Zagrebelsky, Oliviero Toscani, Vladimir Luxuria, Andrea Occhipinti, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, i professori Paolo Valerio e Vittorio Lingiardi, Alessandro Cecchi Paone, la Professoressa Emerita di Psicologia dell’Educazione Clotilde Pontecorvo  e moltissime altre personalità del mondo della cultura e della politica.
pasqua15
arcigaynapoli

Con la presente è convocata, ai sensi degli art. 13, 14 e 23 dello Statuto del Comitato provinciale Arcigay Antinoo di Napoli ONLUS, per il giorno martedi 24 marzo c.a. alle ore 18:30 in prima convocazione, e per giorno merdoledì 25 marzo c.a. alle ore 18.00 in seconda convocazione, presso la sede sociale, sala “casa comune delle diversità”, Vico San Geronimo n° 17, l’Assemblea ordinaria delle associate e dei associati al Comitato provinciale Arcigay “Antinoo” di Napoli ONLUS per la discussione e relative deliberazioni sul seguente ordine del giorno (OdG):

1) Relazione Tesoriere;
2) Relazione Presidente;
3) Discussione e approvazione Bilancio consuntivo 2014;
4) Discussione e approvazione Bilancio preventivo 2015;
5) Ratifica nuovi componenti Consiglio Direttivo;
6) Varie ed eventuali.


Si ricorda che l'Assemblea, in prima convocazione, è regolarmente costituita con la presenza di più di metà de* soc* e delibera a maggioranza assoluta. In seconda convocazione non è previsto un quorum costitutivo e l'assemblea delibera a maggioranza assoluta de* soc* presenti.
Hanno diritto al voto (non è previsto voto su delega) tutte le associate e gli associati regolarmente tesserati al Comitato Arcigay di Napoli  ed in regola con la quota associativa.
E' possibile iscriversi e/o rinnovare la tessera non oltre la prima votazione.
Napoli, lì 09/03/2015


Il Presidente
Antonello Sannino

f t g