Salute e benessere

protest2015

In occasione della Testing Week e per tutto il mese di dicembre 2015,ARCIGAY in collaborazione con ANDDOS offre la possibilità di fare il test HIV rapido capillare, gratuito e anonimo. I volontari dell'associazione si occuperanno dell'accoglienza, mentre il test sarà effettuato da un medico, il tutto in collaborazione con locali centri clinici che si occupano di HIV.

Il test è un test rapido capillare di tipo COMBO che consente un'indicazione precoce dello status HIV (per maggiori info sui tipi di test, vedere qui).

Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure chiamando al numero 081552881

protest2015

In occasione della Testing Week e per tutto il mese di dicembre 2015,ARCIGAY in collaborazione con ANDDOS offre la possibilità di fare il test HIV rapido capillare, gratuito e anonimo. I volontari dell'associazione si occuperanno dell'accoglienza, mentre il test sarà effettuato da un medico, il tutto in collaborazione con locali centri clinici che si occupano di HIV.

Il test è un test rapido capillare di tipo COMBO che consente un'indicazione precoce dello status HIV (per maggiori info sui tipi di test, vedere qui).

Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure chiamando al numero 081552881

*****

1 dicembre

  • SAVE BOOK – Incontreremo 150 studenti delle scuole superiori grazie all’interessamento dell’Assessore all'Istruzione del Comune di Napoli, Annamaria Palmieri e della Delegata alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, Simona Marino, presso il complesso di San Domenico Maggiore alle ore 10.30.

011215

  • Distribuzione di materiale informativo e condom insieme al Gruppo Giovani di Arcigay Napoli, presso Piazza San Domenico Maggiore a Napoli, dalle ore 15:00 alle ore 20.
  • Saranno previsti punti informativi, nel mese di Dicembre, durante le serate LGBT a Napoli e in provincia.

01122015

12 – 19 dicembre

  • Corsi di formazione con NPS ai tutor di Arcigay Napoli “Memorainbow” sulla prevenzione dell’HIV/ IST e su tutti i temi che riguardano le persone che vivono con HIV nei giorni 12 e 19 dicembre dalle ore 17.00 alle 19.00.

12 dicembre

  • Poeté il 16 dicembre sul tema Hiv/Aids presso l’Hotel de Charme, via Chiaja 216 ore 18.30.

In occasione del prossimo 1 dicembreGiornata Internazionale contro l’AIDS –  Il Comitato provinciale Arcigay Antinoo di Napoli e l'Associazione NPS (Network di Persone Sieropositive), con il supporto di SISM (Segretariato Italiano Studenti di Medicina), ANM, MetroNapoli, AnlaidsCoordinamento Campania Rainbow e con il sostegno del Comune di Napoli, realizzano e supportano una serie di iniziative in città.

Il Comitato Arcigay, da sempre impegnato, su scala regionale e nazionale, nella lotta all’AIDS, proprio nel trentennale della sua fondazione, ha fortemente voluto che fosse presente al flash mob di domenica (ore 18:00) a via Diaz (uscita metro Toledo)  il fumettista Guido Silvestri, in arte Silver, per ricordare quando l’allora Ministro della Pubblica Istruzione (primo Governo Amato), l’ex Sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, non consentì la distribuzione all'interno delle scuole superiori di un fumetto informativo sull'Aids di "Lupo Alberto" che informava gli studenti sulla modalità di uso del preservativo, suscitando durissime polemiche.
L’associazione NPS ha voluto che dal 27 ottobre al 15 dicembre sugli schermi di Metronapoli di "HIVO" 6 episodi video, della durata di 30’’ ciascuno, dove viene raccontata, in successione, la vicenda del mostro che non spaventa più, sotto lo slogan “Hivo – l’HIV non spaventa più, invece dovrebbe" perché: per noi di Nps il 1 dicembre è tutto l'anno.
 Una campagna di informazione, prevenzione e sensibilizzazione al test HIV  in chiave allargata e diffusa. Protagonista di questa campagna video e radio è un fantasma di nome Hivo, l’ex Divo. Come il virus dell’HIV, anche costui soffre perché sembra aver perso la propria capacità di spaventare. Un tempo tutti lo temevano, oggi è ignorato (https://www.youtube.com/watch?v=6Yk4C8KP_7Y).
Prende, inoltre,  il via lunedì 1 dicembre, fino al 15 dicembre in diversi luoghi della città di Napoli, la V edizione di “Parliamone Tour”, l’iniziativa itinerante promossa dall’Azienda ospedaliera dei Colli nelle piazze di Napoli sulla prevenzione e sull’informazione sanitaria, sarà possibile effettuare a Piazza Dante giorno 1 dicembre ( e giorni 12 e 14 dicembre a piazza Garibaldi), nel camper di Parliamone Tour, il test salivare immediato (gratuito e in totale anonimanto) per l'HIV.

Le iniziative:

  1. L’associazione Arcigay Napoli distribuirà, durate tutte le iniziative, condom e materiale informativo sulle MtS (Malattie a trasmissione Sessuale) prodotto da Arcigay. Inoltre tale materiale, prodotto per la popolazione MSM (Men who have Sex with Men) nei locali e nei luoghi di aggregazione della comunità lgbt (lesbian gay bisex e trans) partenopea;
  2. L'assessorato Pari Opportunità ospiterà uno striscione, prodotto dall’associazione NPS con il supporto di Arcigay Napoli, sui suoi balconi per celebrare con noi il 1 dicembre Giornata Mondiale di Lotta all'Aids;
  3. domenica 30 novembre Flash Mob ore 18 via A. Diaz sul tema “L’Hiv non è un crimine” con la straordinaria partecipazione dello storico fumettista Silver ( Padre di Lupo Alberto) e del Centro danza di M.Luigia Esposito;
  4. giorno 4 dicembre nell’ambito della manifestazione Poeté, ideato e gestito da Claudio Finelli, responsabile cultura del Comitato Arcigay di Napoli, presso Chiaja Hotel de Charme, presentazione del libro “Resto Umano” autori Annamaria Lacatena e Miki Formisano (NPS);
  5. 5 dicembre presso la sede di Arcigay Napoli, proiezione del cortometraggio “Un mondo di colori” regia di Domenico Salierno, consigliere di Nps Italia onlus sez. Campania  e dibattito con il Gruppo Giovani del Comitato Arcigay di Napoli sullo stigma e la discriminazione per le persone sieropositive;
  6. Arcigay Napoli ed NPS forniranno materiale informativo e condom alle attività del “Parliamone Tour” organizzato dall’Azienda Dei Colli e alle attività dei giovani studenti del SISM sede locale di Napoli presso Federico II;
  7. Domenica 30 novembre, al Cabaret Port’alba, insieme ad NPS e sostenuta da Arcigay Campania e Coordinamento Campania Rainbow, il comitato propone la serata, “Condom Gay Party” con Nicola Vorelli e tanti altri artisti. Gli utili della serata saranno utilizzati per campagne di prevenzione e contrasto alle malattie a trasmissione sessuale.

aids_1dicembre

locandina parliamone 2014 web

301114

011214

041214

psico_small

SU APPUNTAMENTO

Che cos è lo sportello?

Lo sportello è un Servizio gratuito, che si configura come luogo di ascolto sicuro e rispettoso della privacy dell’utente.

Fornisce servizi di Consulenza, Orientamento e Sostegno psicologico.


Di che cosa si occupa?

Problematiche orientate all’orientamento sessuale e all’identità di genere

Difficoltà relazionali e affettive

Problemi di integrazione sociale

Problematiche legate alla sessualità

Maltrattamento nella relazione di coppia

Servizi alla famiglia


Come accedere allo sportello?

Lo sportello è articolato in 4 colloqui di circa 50 min., previo appuntamento.

Il primo incontro servirà a conoscerci, qualora tu non potessi venire per favore avvisa. E prenderemo un nuovo appuntamento.

Gli appuntamenti fissati e saltati senza preavviso non potranno essere recuperati.

Per usufruire del servizio è necessario contattare il gruppo di psicologhe dell’arcigay

La Dott.ssa Concetta Sorrentino

La Dott.ssa Roberta Felsani

La Dott.ssa Emilia D’Urso

La Dott.ssa Alessandra Delli Veneri

scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

e indicando la propria area di disagio (come ad esempio nei punti che abbiamo delineato) o descrivendo brevemente le tue difficoltà o il tuo disagio.

Giorno 1 dicembre, sarà la Giornata Mondiale contro l'AIDS, che si svolge ormai dal 1987 e ha lo scopo di accrescere la coscienza pubblica sulla diffusione del virus HIV che ha ucciso dal 1981 oltre 25 milioni di persone.

Una giornata per aiutare a prevenire nuovi contagi e per destrutturare tutta una serie di luoghi comuni e pregiudizi intorno alla sieropositività.

Purtroppo i dati allarmanti sull'aumento delle nuove infezioni, soprattutto tra i giovanissimi/e, con dati di prevalenza poco rassicuranti nella popolazione omo/transessuale, l'aumento esponenziale di tutte le nuove infezioni dovute alle altre malattie a trasmissione sessuale(MtS), insieme alla sempre più tardiva (purtroppo oltre la metà dei nuovi casi di sieropositività vengono scoperti ad AIDS conclamato) presa in conoscenza dei nuovi casi di Hiv+, ci spingono a riflettere su quanto si sia abbassata la guardia negli ultimi anni e quanta disinformazione (o totale carenza di informazione) sia stata fatta.

Il Comitato Arcigay di Napoli da sempre, già negli anni 80 e 90 , in prima linea nelle campagne di prevenzione e contrasto all' Hiv, come ogni anno, lavora sul territorio, in rete con altre associazioni, istituzioni, enti locali e nazionali per fare informazione corretta, diffondere buone prassi, distribuire materiale informativo con kit di preservativi e lubrificanti, promuovere tra i giovanissimi interventi educativi sulla sessualità ed affettività, stimolare la popolazione sessualmente attiva a fare il test dell'Hiv ed uno screening sulle MtS.

Quest'anno sono partiti due progetti importantissimi con la collaborazione del nostro Comitato Arcigay. l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani, IRCCS di Roma, con il supporto dell’associazione Arcigay, attraverso i suoi Comitati provinciali di Milano, Roma, Napoli, Verona e Catania, conduce uno studio in coordinamento con un progetto europeo denominato Sialon II, il quale si propone di raccogliere dati di tipo comportamentali e biologici tra uomini che hanno rapporti sessuali con uomini in vari stati europei, attraverso la sperimentazione del test salivare (progetto che procede, nel napoletano, grazie alla collaborazione delle organizzazioni Macholato, Criminal Candy, Depot Napoli, Sauna Blueangels Napoli, The Basement e II Fires).

Inoltre il Comitato Arcigay di Napoli sta collaborando all'interno del progetto "Cosa ne sai?" di NPS (Netwoork persone sieropositive) con l'Università Ca' Foscari di Venezia, alla raccolta di questionari per misurare il grado di conoscenza circa Hiv/Aids tarati sulla popolazione generale, sulle persone LGBT, sugli immigrati e per le scuole, con focus group attivi in diverse scuole della provincia di Napoli ed in sede Arcigay.

Arcigay Napoli sarà attiva, grazie alla collaborazione con gruppi ed associazioni del territrorio,  nella distribuzione di kit di preservativi e lubrificanti con materiale informativo nella serata Red Party del 30 novembre, all'Accedemia Bi-Club, organizzata dai Criminal Candy con l'Associazione Proud2be e con l'Associazione NPS in diversi locali della citta di Napoli (clicca qui per info) , infine domenica sera il gruppo giovani di Arcigay Napoli insieme ad NPS e con il supporto dell'Associazione Plus (associazione di persone sieropositive LGBT) ha organizzato una giornata di riflessione, ed un aperitivo, per il primo dicembre (ore 18:00 sede Arcigay Napoli, ingresso libero per tutti).

Ricordiamo l'evento organizzato dall'Assessorato Pari Opportunità del Comune di Casoria sul caso  Ronga, giorno 2 dicembre ore 17:30 presso la biblioteca "Piscopo" con Don Tonino Palmese (Libera) e Franco Grillini (clicca qui per info).


Ufficio Stampa Arcigay Antinoo di Napoli
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


wad
1479537_10200392181001830_1924469698_n

Guida a dove fare il test HIV gratuitamente e in  anonimato : 

NUMERO VERDE AIDS REGIONALE: 800.019.254

Dal Lunedì al Venerdì dalle 8 alle 14
 

- Gruppo C-Asl Na 1 , cura il numero verde regionale (rif.tel 800019254)

Screening il martedì ed il giovedì dalle 8.00 alle 14.00

Non più in via Terracina ma in Centro Clinico Dipendenze Patologiche “La Piramide”-Sottopasso Claudio uscita Via G. Battista Marino

80126 Napoli – NA Referente/i:Dr.ssa  Baldassarre (medico referente Arcigay Napoli) 

 

AOC –Azienda Ospedaliera Cotugno-presso ospedale Cotugno

Screening in anonimato  tel. 081.5908325 - 251 - 314 
Il gruppo «C»: analisi gratuite e consulenze telefoniche

Anonimato: ossia la garanzia di eseguire le analisi per l’Aids con la massima sicurezza mediante l’uso di un numero di codice senza dover fornire i propri dati anagrafici.

Presso l’azienda ospedaliera Cotugno è possibile effettuare lo screening in anonimato per il virus dell’Hiv ogni lunedì e giovedì dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

Dr.Gnarini (medico referente Arcigay Napoli) 

RIFERIMENTI  PROBLEMATICHE TOSSICODIPENDENZE

progetto LiberAzione  

-Asl Na 1 – Dipartimento Farmaco dipendenze: Via A.Manzoni n.249 Napoli tel.081 2547642

REFERENTI Arcigay Napoli: Dott.Stefano Vecchio e Dott.ssa Chiara Cicala

Sportello SaluteNUOVO SERVIZIO  SPORTELLO SALUTE

Hai dubbi, incertezze sul tuo stato di salute?

Hai domande a cui non sai dare una risposta?

Hai paura a rivolgerti ad una struttura ospedaliera?

Hai bisogno di parlare con un medico?

Arcigay Napoli offre assistenza e consulenza medica principalmente, ma non esclusivamente, ai cittadini e alle cittadine omosessuali, bisessuali, transessuali e transgender.

Lo Sportello Salute si avvale della consulenza gratuita di professionisti soci del Arcigay Napoli, che risponderanno alle tue domande e che ti guideranno verso percorsi diagnostico-terapeutici appropriati. 

Le finalità di questo nuovo servizio sono: 

- consulenza medica online e in sede;

- promozione della tutela per la salute e la prevenzione nella comunità LGBT;

Per consulenza medica gratuita da vicino il nostro medico è disponibile, previo appuntamento, il Venerdì dalle ore 19.00 alle 20.30, presso il Comitato Provinciale Arcigay Antinoo di Napoli, in Vico San Geronimo n.19 Tel. 081.552.88.15 

Vi ricordiamo che tramite posta elettronica, i nostri medici non possono consigliare farmaci o terapie, si deve perciò ricorrere a colloquio/visita in sede o ricorrere a consulenza specialistica per valutare attentamente la vostra patologia. 

Clicca qui per parlare con un nostro medico.

E' possibile infettarsi con un unico rapporto sessuale non protetto?

Sì, può accadere.
Per trasmettere il virus HIV basta infatti che le mucose della bocca, del pene o dell'ano entrino in contatto con lo sperma o il sangue di un partner sieropositivo.
L'unico modo per non rischiare è fare sesso sempre con il preservativo, fin dall’inizio del rapporto.
Meglio farlo con 'aiuto di un lubrificante a base d'acqua, che non danneggia il preservativo.
Nel rapporto sessuale vorrei utilizzare il profilattico, ma il mio partner si rifiuta. Che fare?

Cerchiamo di non cedere, ci va di mezzo la sicurezza di entrambi!
Chiariamo subito con il nostro partner che siamo disponibili a fare soltanto sesso protetto.
Diciamocelo francamente: in alcune circostanze può essere difficile parlare di preservativo, ad esempio quando siamo innamorati, o abbiamo appena iniziato la nostra vita sessuale gay, oppure siamo particolarmente eccitati.
Ricordiamo però che, se non riusciamo a convincere il nostro partner, possiamo sempre dirgli di no.
Soprattutto non neghiamo la nostra paura della malattia.
A volte ci vuole coraggio e una buona dose di fiducia in noi stessi per imporre 'uso del preservativo.
Il rapporto orale è a rischio?

- Per quanto riguarda l’HIV, praticare un rapporto oro-genitale ("pompino") non presenta un rischio significativo, a patto che il nostro partner non ci eiaculi in bocca.
Le prime secrezioni ("liquido pre-seminale") possono contenere il virus HIV, ma la sua quantità è solitamente così bassa che il rischio è quasi nullo. Scegliamo serenamente che peso dargli.
A volte è difficile essere sicuri al 100% che il nostro partner non ci verrà in bocca. Possiamo però ridurre questo rischio mettendoci d’accordo su segni chiari del' imminente eiaculazione.
Se qualcuno dovesse venirci in bocca, sputiamo subito lo sperma e sciacquamoci la bocca più volte con acqua tiepida senza lavarci i denti (per evitare il rischio di sanguinamento gengivale).

- Per quanto riguarda le altre malattie a trasmissione sessuale (sifilide, condilomi, gonorrea, candida), il rischio del rapporto orale non va sotto-valutato. Sono meno gravi dell’HIV/AIDS, visto che sono guaribili, ma sono più diffuse.
Quando lo pratichiamo usiamo sempre la consapevolezza, e soprattutto gli occhi: ci sono ad esempio piccole ferite o ulcere, protuberanze, secrezioni o altri segni sulla pelle?
Per maggiore tranquillità, qualcuno di noi ha deciso di usare il preservativo (magari aromatizzato) anche in questo tipo di rapporto sessuale.
Mi posso infettare anche in un rapporto stabile?

Una relazione stabile non è di per sé una garanzia contro il contagio.
Infatti, non c’è rischio soltanto quando ci troviamo nella seguente situazione: se abbiamo entrambi fatto recentemente il test HIV rispettando il ‘periodo finestra’ (almeno tre mesi dall’ultimo rapporto sessuale potenzialmente a rischio) + se siamo risultati sieronegativi + se la relazione è stabile e duratura e nessuno dei due ha rapporti sessuali all’esterno della coppia.

Se vogliamo fare sesso senza protezione con il nostro partner fisso, dobbiamo prima parlare apertamente del nostro stato sierologico HIV (siamo sieronegativi? siamo sieropositivi? non lo sappiamo perché non abbiamo fatto il test?) e della nostra vita sessuale e metterci 'accordo su come praticare il sesso sicuro — dentro e fuori la coppia.
Non è sempre facile farlo, perché spesso temiamo di allontanare 'altro o di perderlo.
Una discussione aperta sul sesso sicuro è però una prova di fiducia che ci può avvicinare ancora di più al nostro partner.
Il mio partner ed io abbiamo fatto il test HIV e il risultato è negativo per entrambi. Perciò facciamo sesso senza protezione. Ora temo che lui abbia rapporti sessuali non protetti con altri. Che fare?

Fidiamoci della nostra intuizione e, anche se ci può mettere a disagio, chiediamo esplicitamente al nostro partner se ha rapporti non protetti con altre persone.
Affrontare questa questione delicata ci darà anche 'opportunità di parlare del sesso sicuro.
In ogni caso è importante metterci 'accordo su come, nella nostra relazione, affrontare i rapporti sessuali con altri.

Non dimentichiamo di dire al nostro partner se abbiamo avuto un rapporto sessuale non protetto con qualcun altro: forse è difficile, ma è davvero importante per noi e per la persona che amiamo.
Adesso che esistono nuovi medicinali più efficaci, è davvero ancora indispensabile proteggersi contro l'HIV?

Sì, è fondamentale.

Grazie alla medicina, ora le persone sieropositive possono vivere meglio e più a lungo. 'HIV/AIDS rimane però una malattia inguaribile e potenzialmente mortale..
I rischi di contagio rimangono numerosi e non esiste alcun vaccino.

Sono sieropositivo. Queste indicazioni valgono anche per me?

Sì, certo.
Se siamo sieropositivi, facciamo attenzione sia al rischio di re-infezione HIV (cioè il contatto con ceppi di virus diversi dal nostro e magari già resistenti ai farmaci attualmente a disposizione), sia alle altre malattie a trasmissione sessuale, che possono mettere in difficoltà il nostro organismo.
In conclusione: sesso penetrativo soltanto con il preservativo, sempre e fin dal'inizio del rapporto! E niente sperma né sangue in bocca!

Facciamolo con chi vogliamo, facciamone quanto vogliamo, e facciamolo bene!
Usiamo sia ciò che abbiamo tra le gambe, sia ciò che abbiamo tra le orecchie - per godere del piacere oggi e della tranquillità domani.
 
Liberamente tratto da un documento di Aiuto Aids Svizzera in collaborazione con 'Aiuto Aids Zurighese www.aidsnet.ch

 

f t g