Articoli Generali

La Repubblica - 23 gennaio 2009
Anna Laura De Rosa

"Gaynews", la rivista gay d'informazione più nota in Olanda, dedica la prima copertina del 2009 e un ampio servizio dal titolo "Napoli sì!" alla città partenopea, decretandola una delle tappe preferite dal turismo omosessuale internazionale. 

PoviaROMA - Attenti genitori. Attente mamme troppo affettuose, attenti padri distratti e sbevazzoni. Attenti soprattutto a decidere di separarvi con troppa leggerezza. Il vostro irresponsabile comportamento potrebbe avere l'indesiderato effetto di generare un figlio gay.

Paola Binetti“E’ responsabile della diffusione dell’omofobia”.
Alla senatrice del Pd Paola Binetti le associazioni gay chiedono un risarcimento di 500mila euro per i danni subiti dalle sue affermazioni omofobiche rilasciate a diversi quotidiani nazionali a partire dal dicembre 2007. L’atto di citazione verrà notificato nei prossimi dieci giorni.

Dal 17 al 21 febbraio sarà in gara all'Ariston per la quarta volta. Iva Zanicchi si appresta a tornare a Sanremo per rinverdire i fasti del passato (tre vittorie) e riscattare il 20esimo e ultimo posto "conquistato" nel 2003.

 

«Mi chiamo Boris Alesko e ho avuto una relazione con un giocatore della Triestina».

gay priesttratto ansa: LONDRA - La Chiesa d’Inghilterra ha annunciato che due preti omosessuali si sono sposati, scambiandosi gli anelli nuziali.

Un anno di orgoglio e di denunce

Di seguito riportiamo un breve resoconto - dentro e fuori Arcigay - degli eventi e degli interventi dell'anno appena terminato


8 gennaio
L’ordine nazionale degli psicologi assume una chiara presa di posizione contro le cosiddette guarigioni dall’omosessualità, in riferimento al reportage-denuncia di Davide Varì.

13 gennaio
Sit-in di protesta a Roma davanti al Vaticano nel X anniversario della morte di Alfredo Ormando. Poi il convegno “Liberaci dal male” per il dialogo tra omosessualità e religioni.

Nei giorni scorsi è accaduto un fatto al limite della sopportazione. 
Aggredisce la compagna della sua ex, denunciato ai carabinieri.  
Dalla redazione rosa                                        Genny Ferrandino  

 

L'ennesimo accaduto, l'ennesimo fatto spiacevole che fa ancora pensare a come qualcuno non riesce  ad accettare quanto è celato in ognuno di noi e che forse non riuscirà mai a farlo. 
L'episodio si è verificato nella provincia di Roma, qualche giorno fa.

Protagonista della storia Francesca, 33 anni che dopo cinque anni trascorsi a vivere una storia infelice, triste e vuota con il suo ragazzo, capisce che forse il suo "lui", violento e aggressivo, non era la sua scelta.  
Scegliere non è mai facile, soprattutto se si ha che fare con la propria intimità. 
Francesca incontra Giusy. Se ne innamora provando tutto quello che il suo "lui" non le ha mai dato. Dopo un po’ di tempo riesce a lasciarlo e comincia a frequentare la sua nuova piacevole amica.  
L'ex ragazzo non ha mai accettato questa decisione, una decisione secondo lui troppo affrettata, ma i suoi tentativi sono risultati vani, inutili.  Francesca ha fatto finalmente la sua scelta.

Nei giorni scorsi anche  l'ennesimo tentativo di fermare la sua ex per strada fallisce. Decise così di andare dalla compagna di Francesca, Giusy con la quale nasce un furiosa lite prima verbale, poi fisica

Uno spintone tira l'altro e Giusy scivola provocandosi una ferita lacero contusa nella regione frontale. 
L'ex di Francesca aveva aggredito Giusy incolpandola dell'allontanamento della ragazza. Giusy quella sera è stata accompagnata al vicino ospedale per medicarsi la ferita dolorante. Intanto nei confronti dell'aggressore è stata sporta denuncia presso le forze dell'ordine.

Fatelo anche voi. Basta restare nell’ombra. Se anche a te è accaduto, raccontaci la tua storia. Diamo voce alla nostra dignità umana e prendiamoci i nostri diritti.

Scrivete alla Rubrica di Alisa: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

SABATO 27 DALLE ORE 19.00 TI ASPETTIAMO IN SEDE PER UNA SERATA DI FINE ANNO CON ARCIGAYNAPOLI! MUSICA, TOMBOLATA, CENA, VINO, AMICI E TANTE SORPRESE! NON MANCARE! AUGURI LAICI E BUON ANNO NUOVO!


Uno dei giovani era già conosciuto alle forze dell'ordine

Dalla redazione rosa

Come si possono definire certi giovani d’oggi che si comportano come nemmeno nella preistoria i trogloditi usavano fare?  Non ci sono parole abbastanza eloquenti per descrivere, a volte, cosa accade anche nel bel mezzo di una festa fra tanta gente. L’episodio è accaduto venerdì sera in un locale della provincia di Taranto dove un ragazzo di 23 anni in compagnia di amici era stato invitato ad una festa in un locale del centro città. Il giovane, nonostante avesse atteggiamenti effeminati e indossasse abiti prettamente femminili, non ha mai avuto alcun tipo di problema nel rapportarsi nella società.