Pride

Autobus Andata e Ritorno da Napoli (appuntamento ore 13:00 Napoli centrale Hotel Ramada) Benevento Campania Pride (ritorno in serata).

Per informazioni 081.552.88.15 oppure 349.75.84.462 / 392.24.68.663

BIGLIETTI ACQUISTABILI ANCHE ONLINE
su http://www.arcigaynapoli.org/shop

INFO MANIFESTAZIONE: www.campaniapride.it

6 GIUGNO #BeneventoCampaniaPride

busbenevento

La Campania aprirà e chiuderà la stagione 2015 dell’Onda Pride

Il 6 giugno grande apertura della stagione dell’orgoglio lgbt in con il Pride Regionale Campano di Benevento che, convocato da un foltissimo e compattissimo gruppo di associazioni campane coordinate dal collettivo lgbt di Benevento Wand, aprirà l’Onda Pride 2015 insieme al Pride di Verona (info www.campaniapride.it).

Un evento  che si inserirà perfettamente all’interno della strategia dell’Onda Pride, strategia  finalizzata a moltiplicare gli eventi Pride, contaminando e "arcobalenando" territori della penisola solitamente fuori dai percorsi storici della rivendicazione dei diritti.

Rivendicazione dei diritti che tornerà nuovamente in regione Campania sabato 11 luglio, con il Pride di chiusura dell’Onda Pride, convocato da Arcigay Napoli e Campania, Arcilesbica Napoli, Associazione Trans Napoli, collettivo "I'm gay, anyproblem?" e Coordinamento Campania Rainbow, che si svolgerà a Napoli: il Pride partenopeo sarà dedicato alla scuola, al diritto allo studio e al contrasto del bullismo omotransfobico.

Anteprima dei Pride di Benevento e Napoli, la Festa Nazionale delle Famiglie Arcobaleno che si svolgerà a Salerno domenica 3 maggio, al termine di un tappeto di eventi culturali e politici che segnerà una tappa fondamentale per la visibilità e la dignità delle famiglie omogenitoriali.

Un’estate arcobaleno, dunque, per la Regione Campania che, ancora una volta si dimostra Regione dell’inclusione, dei diritti e della libertà.

Ufficio Stampa
Comitato Arcigay Antinoo di Napoli
Vico San Geronimo, 17
telefono: 0815528815
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

beneventopride

letterasindaco

 

Questa è lettera aperta del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris al movimento italiano lgbt ed al tavolo lgbt del Comune di Napoli, lettera attraverso la quale il Primo cittadino di Napoli supporta, con estremo entusiasmo e passione, la candidatura di Napoli quale città ospitante il prossimo PRIDE nazionale.

Gesto importante quello del Sindaco, che primo in Italia ha aperto la stagione dei Registri delle Unioni Civili nelle grandi città (seguito a ruota anche da ben altri 4 grandi comuni della provincia di Napoli, oltre, come sappiamo, da diverse grandi città italiane). Un gesto persino unico nella sua modalità di proposta.

Il Primo Cittadino di Napoli dichiara quindi la sua massima disponibilità a poter supportare l’organizzazione del PRIDE NAZIONALE 2014.

Napoli è da sempre una città inclusiva, anche se estremamente difficile, se pur vero che questa Amministrazione è stata da subito vicina al movimento lgbt, è anche vero che sono anni che proviamo a chiedere un incontro al Governatore Caldoro, senza avere alcun tipo di risposta, ma solo un terribile silenzio. Oltre, quindi, questa Amministrazione ed altre amministrazioni comunali, di fatto non vi alcun tipo di sostegno effettivo alla Comunità lgbt da parte delle Istituzioni regionali, un vuoto politico che ci spaventa, ci inquieta e che ci induce a tenere alto il livello di guardia.

Napoli è una delle più grandi città metropolitane del mediterraneo, Napoli è una di quelle città attraverso la quale passa il riscatto del Nostro Paese. Napoli, città dalle profondissime contraddizioni sociali, cerca un grande riscatto di immagine anche e soprattutto attraverso un nuovo tipo di "investimento": sulla cultura, sulla creatività, sui giovani, sulla bellezza, sullo sport e sui "nuovi diritti", i diritti delle persone gay, lesbiche e trans.

Il Comitato Arcigay Antinoo di Napoli, inoltre, festeggia il trentennale delle sua fondazione proprio nel 2014 (fondato nel 1984). Trent'anni di ininterrotta e puntuale attività sul territorio, centro di coordinamento, in passato, dei Comitati Arcigay del Sud e punto di riferimento per Arcigay nelle campagne di contrasto e prevenzione all'Hiv/Aids. Comitato attraverso il quale passa un pezzo importante della Nostra storia, della storia del movimento di liberazione omosessuale italiano.

Lo scorso anno, come ricorda anche il Sindaco nella sua lettera di supporto, da Napoli, insieme alle città di Milano, Bologna, Cagliari e Catania, è partita la meravigliosa ONDA PRIDE, modello che riteniamo validissimo nel “paese delle cento città” per la diffusione delle istanze di libertà ed uguaglianza di milioni di cittadini gay, lesbiche e trans.

Sosteniamo, come Comitato Arigay Antinoo di Napoli, con convinzione, la candidatura di Napoli, anche in virtù di una affidabilità organizzativa nella gestione dei pride cittadini, regionali e nazionali da parte del Coordinamento Campania Rainbow e di tutte le associazioni LGBT regionali.

Buon lavoro

Antonello Sannino
Presidente Arcigay Antinoo di Napoli

Napoli, 21 giugno 2013

Una lettera d’invito al  Pride in programma a Napoli il prossimo 29 giugno è stata inviata questa mattina dal presidente di Arcigay Napoli Antonello Sannino al senatore Nitto Palma, presidente della Commissione Giustizia di Palazzo Madama. Il senatore aveva manifestato ieri la disponibilità a partecipare al Gay Pride, se invitato.E dopo poche ore l’invito è arrivato: “venga a sostenere assieme a noi il modello di un’Italia migliore” è l’esortazione del portavoce dell’associazione lgbt. “La Commissione giustizia del Senato, che lei presiede – si legge nella missiva – ha già aperto la discussione sulle coppie formate da persone dello stesso sesso e sul loro riconoscimento dinanzi alla Legge: in quel riconoscimento – questo noi sosteniamo – sta la possibilità di irrobustire ed equilibrare il tessuto sociale del nostro Paese, eliminando una diseguaglianza che è un’aggravante inaccettabile in questi anni di crisi economica. Al contrario, una società coesa e rafforzata nei legami che riesce a creare al suo interno, può rappresentare il cambio di passo necessario a uscire dal guado della recessione”.

transitando
22 29 party
f t g