Aggregazione, Turismo e Sport

E’ accaduto lunedì scorso a Chiaiano durante una partita del campionato amatoriale che vedeva contrapporsi la Real FAC di Marano e l’Afro-Napoli United, una squadra dilettantistica che promuove l’aggregazione e l’integrazione tra culture differenti: uno dei giocatori dell’Afro-Napoli ha denunciato all’arbitro insulti razzisti da parte degli avversari mentre altri due giocatori sono stati aggrediti fisicamente costringendo l’arbitro a sospendere l’incontro.

Arcigay Napoli esprime vicinanza e solidarietà ai ragazzi della squadra sempre vicina alle battaglie contro tutte le forme di discriminazione nel mondo dello sport.

norazzismo
24 marzo 2013, in foto i ragazzi dell'afro-napoli united nel quadrangolare contro
i razzismi e le discriminazioni "soccer light!"
con i giornalisti, l'Istituto Palizzi e i Pochos.

“Lo sport deve essere visto come uno strumento di inclusione – dichiara Fabio Caruso, Responsabile sport Arcigay Napolie trovo sconcertante che proprio dallo sport arrivi tanta violenza e odio. Io stesso da ragazzo transessuale FtM (female to male) sono discriminato, in ambito sportivo, in diverse occasioni. Lo sport deve essere per tutte e per tutti, spero che intervengano i vertici federali, ma la presenza di Tavecchio, ancora al vertice della FIGC, non ci rassicura. Occorrono politiche serie e concrete di contrasto all'odio, al razzismo e alle discriminazioni nel mondo dello sport. Non bastano le sanzioni, ma serve fare formazione e informazione corretta”

“Spesso presente alle nostre iniziative – aggiunge Antonello Sannino, Presidente Arcigay Napoli – come le giornate di “I have a dream” organizzate con le scuole, contro ogni forma di razzismo (in occasione nella settimana d’azione contro il razzismo voluta dall’UNAR), insieme ai ragazzi dell’Afro-Napoli United abbiamo, in passato, giocato anche dei tornei di calcio a 5 organizzati da Arcigay Napoli con il sostegno del Comune di Napoli che hanno visto la partecipazione di diverse realtà sportive dilettantistiche della città come i Pochos Napoli”

13032016

In occasione della Festa della Donna, il Comitato Arcigay Antinoo di Napoli presenta il suo evento “Donne nel Tempo” che si terrà domenica 13 marzo.

La visita si terrà presso l’Anfiteatro Flavio di Pozzuoli, il terzo più grande del mondo romano, dopo il Colosseo e quello di Capua. Costruito nel I sec. d. C., l’Arena è una testimonianza della tecnica straordinaria raggiunta dall’ingegneria romana.


Il monumento è famoso per essere stato uno dei luoghi delle torture subite da San Gennaro durante le persecuzioni dei cristiani, come testimoniato dalla famosa tela di Artemisia Gentileschi.

"Terzo Tempo, Fair Play"
i valori dello sport per il contrasto all'omofobia e alla transfobia

Mercoledì 22 aprile
Villa Doria d'Angri - Via Petrarca 80, Napoli

Convegno promosso da:  Arcigay, Arcilesbica, CIRB, Fondazione GIC,  Centro Sinapsi Università Federico II di Napoli, Università degli studi di Napoli Parthenope, UISP.

 

Mercoledì 22 aprile, alle ore 9.00, presso Villa Doria D’Angri (via Petrarca 80, Napoli), si svolgerà il convegno “Terzo tempo, fair play. I valori dello sport per il contrasto all’omofobia e alla transfobia”, organizzato da Università Parthenope e Uisp (Unione Italiana Sport per tutti) insieme al CIRB (Centro Interuniversitario di Ricerca Bioetica), Università Federico II di Napoli, Centro SInAPSi (Servizi per l’Inclusione Attiva e Partecipata degli studenti), Fondazione Genere, identità e cultura, Arcigay e ArciLesbica, e con il patrocinio morale di UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), Regione Campania, Comune di Napoli e Coni Campania.
È la prima volta che Università, Associazioni LGBT e un grande Ente di Promozione sportiva si confrontano sui valori dello sport in contrasto all’omo-transfobia coinvolgendo istituzioni, rappresentanti del mondo dello sport e atleti come Patrizio Oliva, campione olimpico di pugilato   e Nicole Bonamino, giocatrice di hockey in line.
È convinzione degli organizzatori del convegno che lo sport sia un bene sociale e culturale di grande portata, che può combattere ogni forma di discriminazione. Occorre impegnarsi per promuovere quel concetto di “Sport per tutti” che significa costruire nuovi modelli e metodologie didattiche che consentano a tutti di fare attività perché lo sport conservi un valore positivo e promuova una cultura dell’inclusione.
Il programma prevede alle ore 9 il saluto delle Autorità: Claudio Quintano, Rettore Università Parthenope; Marco De Giorgi, Direttore Generale Unar; Rosa D’Amelio, Presidente Commissione Politiche giovanili Regione Campania; Sergio Roncelli, Delegato Provinciale Coni Napoli; Ivo Capone, Presidente Uisp Campania; Giuseppe Vito, Direttore Dipartimento di Scienze Motorie e del Benessere, Flavio Romani, Presidente nazionale Arcigay. E’stato invitato il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris.
Aprirà i lavori l’intervento di Giuliana Valerio dell’Università Parthenope. A seguire, l’inizio degli interventi, moderati da Antonia Cunti della Parthenope, con: Paolo Valerio, Centro Sinapsi dell’Università Federico II; Cristiano Scandurra, Federico II; Maria Luisa Iavarone, Parthenope. Dalle 11.30 la seconda sessione, con gli interventi di Giovanna Martelli, Delegata del Governo alle Pari Opportunità; Virginia Zambrano, Università di Salerno; Gianluca Gentile, Università Suor Orsola Benincasa; Manuela Claysset, Presidente Consiglio Nazionale Uisp. Moderano Lorenzo Chieffi, Direttore del Cirb, e Domenico Tafuri, Università Parthenope.
Nel pomeriggio, la tavola rotonda moderata da Riccardo Cannavale, responsabile Comunicazione Uisp Campania. Parteciperanno Anna Lisa Amodeo, Centro SInAPSi; Nicole Bonamino, Nazionale hockey in-line; Manuela Claysset, Presidente Consiglio Nazionale Uisp; Claudia Barbarano, ArciLesbica; Patrizio Oliva, Associazione Milleculure  Medaglia olimpica; Valerio Piccioni, giornalista sportivo; Marina Rinaldi, allenatrice di calcio; Antonello Sannino, Arcigay. Alle 17 le conclusioni, affidate a Giuliana Valerio e Vincenzo Manco, Presidente Nazionale Uisp.
Mercoledì 22 aprile, alle ore 9.00, presso Villa Doria D’Angri (via Petrarca 80, Napoli), si svolgerà il convegno “Terzo tempo, fair play. I valori dello sport per il contrasto all’omofobia e alla transfobia”, organizzato da Università Parthenope e Uisp (Unione Italiana Sport per tutti) insieme al CIRB (Centro Interuniversitario di Ricerca Bioetica), Università Federico II di Napoli, Centro SInAPSi (Servizi per l’Inclusione Attiva e Partecipata degli studenti), Fondazione Genere, identità e cultura, Arcigay e ArciLesbica, e con il patrocinio morale di UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), Regione Campania, Comune di Napoli e Coni Campania.
È la prima volta che Università, Associazioni LGBT e un grande Ente di Promozione sportiva si confrontano sui valori dello sport in contrasto all’omo-transfobia coinvolgendo istituzioni, rappresentanti del mondo dello sport e atleti come Patrizio Oliva, campione olimpico di pugilato   e Nicole Bonamino, giocatrice di hockey in line.
È convinzione degli organizzatori del convegno che lo sport sia un bene sociale e culturale di grande portata, che può combattere ogni forma di discriminazione. Occorre impegnarsi per promuovere quel concetto di “Sport per tutti” che significa costruire nuovi modelli e metodologie didattiche che consentano a tutti di fare attività perché lo sport conservi un valore positivo e promuova una cultura dell’inclusione.
****
Il programma prevede alle ore 9 il saluto delle Autorità: Claudio Quintano, Rettore Università Parthenope; Marco De Giorgi, Direttore Generale Unar; Rosa D’Amelio, Presidente Commissione Politiche giovanili Regione Campania; Sergio Roncelli, Delegato Provinciale Coni Napoli; Ivo Capone, Presidente Uisp Campania; Giuseppe Vito, Direttore Dipartimento di Scienze Motorie e del Benessere, Flavio Romani, Presidente nazionale Arcigay. E’stato invitato il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris.
Aprirà i lavori l’intervento di Giuliana Valerio dell’Università Parthenope. A seguire, l’inizio degli interventi, moderati da Antonia Cunti della Parthenope, con: Paolo Valerio, Centro Sinapsi dell’Università Federico II; Cristiano Scandurra, Federico II; Maria Luisa Iavarone, Parthenope. Dalle 11.30 la seconda sessione, con gli interventi di Giovanna Martelli, Delegata del Governo alle Pari Opportunità; Virginia Zambrano, Università di Salerno; Gianluca Gentile, Università Suor Orsola Benincasa; Manuela Claysset, Presidente Consiglio Nazionale Uisp. Moderano Lorenzo Chieffi, Direttore del Cirb, e Domenico Tafuri, Università Parthenope.
Nel pomeriggio, la tavola rotonda moderata da Riccardo Cannavale, responsabile Comunicazione Uisp Campania. Parteciperanno Anna Lisa Amodeo, Centro SInAPSi; Nicole Bonamino, Nazionale hockey in-line; Manuela Claysset, Presidente Consiglio Nazionale Uisp; Claudia Barbarano, ArciLesbica; Patrizio Oliva, Associazione Milleculure  Medaglia olimpica; Valerio Piccioni, giornalista sportivo; Marina Rinaldi, allenatrice di calcio; Antonello Sannino, Arcigay. Alle 17 le conclusioni, affidate a Giuliana Valerio e Vincenzo Manco, Presidente Nazionale Uisp.

 

220415f

brochure terzo tempo pdf last-page-002

COMUNICATO STAMPA

CON GAYCS E POCHOS NAPOLI, IL 21 MARZO.

10 SQUADRE DI CALCETTO CONTRO L’OMOFOBIA.

Con il patrocinio del Comune di Napoli torna la

“COPA ADELANTE!” 2a Edizione

del torneo A5 promosso da Asd Pochos Napoli

Realizzato con il contributo di GAYCS Dipartimento nazionale LGBT di AICS

e con il patrocinio di AICS Napoli e Campania, ARCIGAY Napoli e Campania.

21 marzo 2015 - ore 11,00

Caravaggio Sporting Village”

Via Terracina, 382, Fuorigrotta (Na)

L’importante iniziativa sportiva è realizzata dall’ASD Pochos Napoli, affiliata a GAYCS Dipartimento LGBT di AICS Nazionale con la collaborazione del Comitato provinciale e regionale dell’AICS e dell’ARCIGAY di Napoli e Campania.

La “Copa Adelante” al pari delle altre iniziative nazionali LGBT lancia un chiaro messaggio contro ogni forma di discriminazione in quanto generalmente aspetti quali la virilità e la potenza nello sport vengono sistematicamente associati ad un determinato genere o orientamento sessuale.

La  Copa Adelante” contribuirà a dare ai circolo sportivi, alle associazioni e agli enti di promozione partecipanti grande visibilità e un’immagine positiva sui temi della sicurezzaaperturaaccoglienza, per di più in un contesto che esalta i valori autentici dello sport dilettantistico, ed il suo significato di aggregatore e catalizzatore sociale. Darà un forte messaggio contro l’omofobia, anche grazie alle istituzioni che ufficialmente e con gesti concreti sosterranno l’evento.

Napoli, con questa manifestazione diventa un esempio d’integrazione sociale fondata sui valori condivisi della competizione sportiva.

Lo scopo di questo torneo è combattere le discriminazioni anche nel rettangolo di gioco.

Sabato inoltre ci sarà il “SOCCERS PARTY” ufficiale, con la musica del dj guest RINO SORRENTINO, grazie alla collaborazione con il “MACHO LATO” discoteca partenopea del circuito ANDDOS (Associazione Nazionale contro le Discriminazioni da Orientamento Sessuale) che ospiterà atleti, amici, simpatizzanti e militanti lgbt provenienti da tutta Italia.

PROGRAMMA DELLA “COPA ADELANTE”

Venerdì 20 Marzo
ore 18,30 Dibattito sport e omofobia presso la sede Arcigay di Napoli
Sabato 21 Marzo
ore 10,00 Appuntamento sul campo “Caravaggio Sporting Village”
ore 11,00 Calcio d’inizio
ore 19,00 Premiazioni
ore 23,00 SOCCERS PARTY - MACHO LATO DISCOTECA
Domenica 22 Marzo
ore 10,30 Visita guidata (gratuita) per i vicoli di Napoli, partenza P.za Plebiscito

Il Presidente ASD Pochos Napoli

Domenico Di Marzo - 3409434312

Il Coordinatore nazionale Gaycs
Adriano Bartolucci Proietti - 3925053438
21032015locandina
210315
naples-experience-2
Sul sito www.vivere.napoli.it del Comune di Napoli sarà possibile scaricare e stampare le 8 brochure di Naples Experience.

Le 8 brochure che dividono il territorio in 8 distretti tematici hanno duplice obiettivo: da un lato migliorare il riferimento del turista che visita la città tutelando anche la sicurezza dei percorsi che sceglie con informazioni precise, e dall’altro fargli scoprire tutte le risorse e le esperienze che Napoli ha da raccontare.
Le brochure propongono, dunque, un’esperienza esclusiva che conduce i nostri turisti a vivere in maniera completa la città. Dalle aree verdi, ai punti panoramici, ai luoghi dove potranno praticare il fitness, al food, all’artigianato, al LGBT, alle aree dedicate alla famiglia, alle zone dove poter fare shopping.
Tra gli 8 "distretti" turistici compare appunto il distretto LGBT, un primo, ma importante passo, voluto dall'Amministrazione del Comune di Napoli e dall'Assessorato alla Comunicazione, verso un obiettivo ambizioso ma realizzabile, ovvero far diventare Napoli un punto di riferimento nel mediterraneo per milioni di turisti gay, lesbiche, bisessuali e transessuali. La costruzione di una forte rete territoriale tra enti locali, associazioni ed imprenditori può produrre risultati interessantissimi, sia sul piano sociale che su quello economico, per una città, come Napoli, che da sempre ha una grande vocazione all'accoglienza ed all'integrazione.

un calcio all_omofobia

GIOVEDI 11 APRILE
FreeID

Libere identità


flyer freeid digital

Aperitivo, lounge bar, karaoke – Revival 70/80/90 | Dj set LuckyLux @Bubble six |Piazza S.Maria la Nova 22 (Napoli).

CON LA PARTECIPAZIONE DI Eva Zyva Gold (^_^)

FREE ENTRY | START ORE 21:00
info: 346.88.42.498 | 342.05.67.753 | 327.34.64.404

Happy B-Day !!!

compleanno antonello

GIOVEDI 4 APRILE
FreeID
Libere identità
Aperitivo, lounge bar, karaoke – Revival 70/80/90 | Dj set LuckyLux @Bubble six |Piazza S.Maria la Nova 22 (Napoli).


FREE ENTRY | START ORE 21:00
info: 346.88.42.498 | 342.05.67.753 | 327.34.64.404

flyer retro1

flyer avanti