17 Maggio

Giornata internazionale di lotta alla omo-bi-transfobia
“Liberi di amare”
Sala del Consiglio della Città Metropolitana di Napoli
Complesso Monumentale di Santa Maria La Nova
16 maggio 2018
ore 10:30


In occasione della Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia, le associazioni Arcigay Napoli, ALFI e ATN - con il patrocinio del Comune di Napoli ed in collaborazione con la Consigliera di Parità della Città Metropolitana– propongono una mattinata di riflessione, confronto ed esercizio del pensiero critico in tema di tutela dei diritti delle persone LGBTQI. Il 17 maggio 1990 fu una data storica: l’Organizzazione Mondiale della Sanità cancellò l’omosessualità dall’elenco delle malattie mentali e la definì “una variante naturale del comportamento umano”. Ecco perché oggi, in tutto il mondo, il 17 maggio viene ricordato come giornata mondiale di lotta all’omofobia, alla bifobia e alla transfobia. Secondo recenti statistiche, nel 2017, in Italia, si sono verificati oltre 190 casi di omotransfobia: di cui un numero rilevante ha come vittime adolescenti, studentesse e studenti, che si confrontano con una società che, nonostante i progressi, continua a stigmatizzare ed escludere. In un mondo che sembra ancora incapace di integrare in maniera soddisfacente la vita e i progetti delle persone LGBT (lesbiche, gay, bisex e trans) è fondamentale creare momenti di condivisione e incontro con le associazioni e gli enti che si impegnano quotidianamente per la creazione di una società più giusta e libera. Le istituzioni e la scuola non possono che sostenere le buone prassi volte a scardinare l’immaginario collettivo nell’intento di eliminare stereotipi di genere e pregiudizi, perché proprio sugli stereotipi di genere e sui pregiudizi si incardina l’odio verso chi viene percepito come differente, cioè come non conforme a standard comportamentali sessisti, discriminatori e razzisti. L’evento programmato per la mattina del 16 maggio è funzionale a creare una costruttiva opportunità di incontro e confronto tra studentesse, studenti, esponenti delle istituzioni e rappresentanti delle realtà associative al fine di superare, attraverso testimonianze dirette e narrazioni condivise, qualsiasi forma di stigma e pregiudizio verso le persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali.

Ex OPG Occupato - Je so' pazzo insieme al Gruppo Giovani di Arcigay Napoli martedì 22 Maggio alle ore 16:30 scenderà in piazza in vista della giornata internazionale contro l'omobitransfobia per dire no alle violenze, no alle discriminazioni e no all'avversione nei confronti della comunità LGBT+!
Importante esserci, perché la discriminazione nuoce gravemente alla salute! #StayRainbow #Stopomofobia #Stopbifobia #Stoptransfobia:

https://www.facebook.com/events/170398543645577/


grafica Luciano Correale per Arcigay Napoli 

 

La Giornata mondiale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia ( International Day Against Homophobia, Biphobia and Transphobia)  promossa dall'Unione europea,  si celebra dal 2004 il 17 maggio di ogni anno e ricorda quando il 17 maggio del 1990  l'omosessualità  fu rimossa, su indicazione dell’Organizzazione mondiale della sanità, dalla lista delle malattie mentali .

L'obiettivo della giornata è quello di promuovere e coordinare eventi di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare il fenomeno dell'omofobia, della bifobia e della transfobia, la giornata viene negli ultimi anni sostenuta dalle Istituzioni locali e nazionali, cosi come spesso accade con il MIUR e su indicazioni del Presidente della Repubblica.

Negli ultimi anni Napoli e la sua città metropolitana hanno visto un importante incremento di denunce di casi di violenza ai danni di persone lesbiche, gay, trans e bisessuali, raggiungendo in breve tempo i dati della città di Roma. Questo fenomeno però non indica probabilmente il solo acutizzarsi di dinamiche di intolleranza omotransfobica nella nostra area metropolitana, ma al contrario, a nostro avviso, potrebbe rappresentare il segnale di una emancipazione della comunità LGBT locale, che finalmente consapevole dei propri diritti, denuncia, con il supporto delle associazioni, all’opinione pubblica e alle Forze dell’ordine, sempre con maggior frequenza, offese, violenze e aggressioni.  A seguire abbiamo raccolto (grazie ai dati raccolti per conto di Arcigay, nelle more del rapporto annuale sull'omofobia, eseguito per il Ministero delle Politiche Sociali) alcuni degli episodi più significativi di omotransfobia avvenuti (o meglio noti) nel corso del 2017 fino al maggio del 2018 in regione Campania, dal caso di Francesco e Giuseppe, i due ragazzi giovanissimi di Casoria allontanati da casa dai propri genitori per la loro omosessualità a quello recentissimo del Sindaco di Sorrento che ha vietato la celebrazione dell’Unione civile in una proprietà del Comune. Questi casi probabilmente rappresentano solo la punta dell'iceberg di una violenza omotrasfobica della nostra società spesso taciuta e non raccontata, appare sempre più evidente quindi la necessità di una casa di accoglienza per persone LGBT vittime di violenza e discriminazioni, così come è sempre più necessaria il confronto e la formazione nelle scuole, lavoro che auspichiamo sia sempre più strutturato e sostenuto dalle istituzioni nazionali e locali. Infine auspichiamo la rapida approvazione, in assenza di una legge quadro nazionale, della legge regionale contro l’omotransfobia, ormai depositata da troppi mesi, alla VI Commissione regionale.

  • 04/01/2017: Napoli, gruppo di ragazzi armati di spranghe insegue Antonello Sannino (Arcigay) che riesce a barricarsi nella sede associativa
  • 12/02/2017: Napoli, Luigi Celentano, giovane 18enne, dopo innumerevoli atti di bullismo omofobico da parte di compagni che lo ritenevano gay, scompare
  • 13/02/2017: Napoli. corso contro il bullismo in una scuola media. Il docente è trans; i genitori insorgono; il preside sospende il corso.
  • 25/03/2017: Sorrento (NA), coppia gay espulsa da un albergo, colpevoli di essersi dati un bacio.
  • 11/03/2017: Quarto (NA), Dario, aggredito verbalmente da bulli in treno, viene poi pedinato e insultato fin sotto casa
  • 16/03/2017: Napoli. quartiere Scampia, 36enne preso a bastonate da due bulli, ora in arresto
  • 25/03/2017: Giugliano (NA), emerge la storia di un ragazzino più volte stuprato da un branco di bulli, i quali si giustificano con la madre: "tanto è gay"
  • 01/04/2017: Somma Vesuviana (NA), attivista Arcigay aggredito da una sentinella in piedi
  • 17/04/2017: Napoli, Piazza Dante, coppia di lesbiche allontanata a malo modo da un militare, colpevole di baciarsi. Le ragazze sono anche state identificate e schedate.
  • 26/04/2017: Aversa (CE), Alessia, donna trans, si sposa. Sui muri del municipio compare una scritta ingiuriosa firmata da un sedicente “Fronte della Gioventù”
  • 11/05/2017: Eboli (SA), ragazza trans 15enne, sottoposta a cyber-bullismo continuo, dopo aver visto una scritta di insulti comparsa sotto casa propria, tenta il suicidio.
  • 16/05/2017: Capri (NA), ragazzo gay denuncia ripetuti insulti sul luogo di lavoro anche di fronte a clienti
  • 03/06/2017: Ischia (NA), ragazzo pesantemente insultato in pubblico su una nave da parte del personale.
  • 10/06/2017: Napoli, Simone, trans, viene trovato morto vicino ai bidoni dell’immondizia, coperto da una trapunta. Non si conosce ancora la causa del decesso.
  • 16/06/2017: Napoli, violente minacce da parte di Forza Nuova al sindaco De Magistris e ad Arcigay
  • 16/06/2017: Napoli, capodimonte. Ritrovato cadavere Alex Pavlenko, giovane gay ucraino scomparso il 30 maggio. E’ sicuramente omicidio.
  • 13/07/2017: Napoli, attivista di Arcigay inseguito e aggredito: “volevano portarmi via”.
  • 15/07/2017: Ischia (NA), Gaetano e Giuseppe, coppia gay, aggrediti dai vicini che non sopportavano la loro presenza.
  • 21/07/2017: Recadi (VV), coppia gay napoletana si vede rifiutare casa per vacanze in affitto. “Non accettiamo gay e animali”
  • 23/07/2017: Napoli, due trans accusate di adescamento e multate con “DASPO Urbano” per aver sostato davanti a un bar.
  • 24/07/2017: Torre Annunziata (NA), ragazzo gay denuncia ripetuti attacchi con pietre e ortaggi contro la propria casa
  • 01/08/2017: Napoli, capodichino, trovato cadavere di trans 66enne decapitata nel suo appartamento
  • 03/08/2017: Salerno, coppia di ragazzi in piscina “gentilmente invitati” ad essere “più composti”, e cioè espulsi dallo stabilimento.
  • 14/08/2017: Casoria (NA), due ragazzi di 18 e 20 anni cacciati di casa perché gay
  • 15/08/2017: Salerno, coppia gay insultata e spintonata dai bagnini del lido Arenella
  • 22/09/2017: Trentola Ducenta (CE), trans cacciata di casa dopo anni di maltrattamenti
  • 03/12/2017: Napoli, ragazzo cacciato da un bar a pedate
  • 08/01/2018: Napoli, all’ospedale Cotugno, paziente omosessuale preso in giro da un chirurgo che ironizza volgarmente sulla funzionalità e utilità dei suoi organi genitali, non ottiene dallo stesso risposte a domande circa le inferenze tra decorso post-operatorio e la possibilità di svolgere una normale vita sessuale: il medico definisce l’omosessualità come “patologia” e strappa l’impegnativa per ulteriori accertamenti.
  • 11/02/2018: Sarno (NA), l’attore Francesco Nottolino aggredito da gruppo di bulli
  • 14/02/2018: Casapesenna (CE), 13enne esorcizzata perché ritenuta indemoniata a causa del contatto con la sorella lesbica. La verità, raccontata dalla sorella stesse, è che i genitori non hanno accettato la sua omosessualità e hanno instaurato un clima di violenza familiare tale da procurare gravi traumi psicologici alla piccola.
  • 23/02/2018: Acerra (NA), al centro direzionale, un ragazzo è investito da un’auto e muore. Si tratta di Daniele Orabona, originario di Casoria, scomparso il 15 febbraio. L’ipotesi principale è il suicidio.
  • 28/02/2018: Napoli, 14enne gay denuncia maltrattamenti in famiglia, con percosse e bruciature alle caviglie, subiti per mesi. E’ accolto in struttura protetta.
  • 01/03/2018: Napoli, ragazzo gay tenta il suicidio lanciandosi da castel sant’Elmo. Salvato dai carabinieri (fonte riservata)
  • 09/03/2018: Ischia (NA), ginecologo insulta e molesta paziente lesbica: “ti faccio cambiare idea”
  • 09/03/2018: Scafati (SA), 13enne picchiato a sangue dai compagni di scuola perché ritenuto gay
  • 02/03/2018: Caserta, coppia gay insultata pubblicamente e cacciata dai giardini della reggia
  • 10/05/2018: Sorrento (NA), rifiutato lo spazio del chiostro di san Francesco, proprietà comunale in cui si celebrano ordinariamente matrimoni civili, per la celebrazione dell’unione di due persone dello stesso sesso. Motivazione: accordi “verbali” coi frati dell’attigua chiesa.

In occasione della Giornata mondiale contro l’omotransofobia, come dal 2013, il Maschio Angioino di Napoli sarà illuminato di Rosa contro l’odio  di genere e la violenza omotransfobica, sono previste tantissime iniziative, che vanno ben oltre la giornata del 17, coinvolti diversi Comuni, Napoli, Pompei, San Giorgio a Cremano, Vico Equense, Torre Annunziata, con la partecipazione di molti Sindaci, dal Sindaco di Napoli e della Città Metropolitana a quello di San Giorgio a Cremano, dal Sindaco di Torre Annunziata a quello di Vico Equense, tantissime scuole, di ogni ordine e grado, della città di Napoli, della penisola sorrentino e del vesuviano,  parteciperanno agli eventi con centinaia di alunni e docenti, tante le iniziative  culturali e le discussioni in pizza aperte alla cittadinanza: flash mob, cinferoum,  con molte iniziative verso il Pompei Pride.  Anche le università saranno impegnate in prima linea contro l’omotransofobia con convegni e incontri tematici organizzati dal Centro Sinapsi  e dall’Osservatorio LGBT della Università Federico II di Napoli, decine di associazioni Lgbt (e non) e diversi movimenti giovanili proporranno in città e in provincia momenti di riflessione e dibattito, dal bullismo omotransfobico, alla condizione di marginalizzazione dei detenuti LGBT, dalle violenze domestiche alle difficoltà del coming out, tanti saranno i temi affronti in queste due settimane. L'evento regionale di maggior impatto sarà la marcia, il Pride, di Avellino che avrà luogo nel capoluogo irpino, giovedì 17 maggio alle ore 17:00. 

Calendario degli eventi: 

15 maggio, ore 16:30 , Napoli, Piazza del Gesù, Flash Mob con Je so’ pazzo-exopg, gruppo Giovani Arcigay Napoli e InGayAnyproblem? (N.B. causa maltempo rinviato al 22 maggio)

16 maggio, ore 10:30, Napoli, Sala del Consiglio della Città Metropolitana di Napoli - Complesso monumentale di Santa Maria La Nova, “La Libertà di amare”, le associazioni Arcigay Napoli, ALFI e ATN, in occasione della giornata internazionale di lotta all’omo-bi-transfobia, incontrano gli studenti, le studentesse e i docenti delle scuole napoletane. Evento realizzato con il patrocinio del Comune di Napoli, con la delegata per le pari opportunità Simona Marino e la collaborazione della Città Metropolitana, con la Consigliera di Parità Isabella Bonfiglio. Durante la mattinata sarà presentata la mostra fotografica digitale “Famiglie” realizzata dal Coordinamento Nazionale della READY - Rete nazionale delle Pubbliche Amministrazioni contro le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere, nell'ambito della quale il Comune di Napoli partecipa con lo scatto “L.O.V.E.” concesso dall'Associazione Famiglie Arcobaleno Campania. Con il patrocinio morale del Comune di Napoli.

16 maggio, ore 19:30, Pompei,  presso l’Associazione Ventimila Sterline, in via Carlo Alberto 70, “LiberaMente”, discussione e confronto con la cittadinanza e i giovani su omotransfobia e coming out. Evento aperto a tutti e a tutte verso il Pompei Pride.

17 maggio, ore 10:00, Napoli, Dipartimento di Scienze sociali – L’Osservatorio LGBT dell’Università Federico II incontra gli studenti e le studentesse del liceo delle scienze umane "Don Milani"  per  la giornata contro l’omotransfobia, alle  ore 12:00 incontro prosegue con le studentesse e gli studenti  del Dipartimento di Scienze Sociali e alle ore 15:00  I proff.  Fabio Corbisiero e Giustina Orientale Caputo discutono di diversity  management e discriminazioni di genere sul lavoro con la Prof. Maria  Del Mar Maira Vidal dell'Università Complutense di Madrid.

17 maggio,  ore 18:30, Napoli,  Chiaja Hotel de Charme (via Chiaia, 216), Poetè Gran Finale contro l’OmoTransfobia con LE PAROLE TRA GLI UOMINI, antologia di poesia gay italiana dal Novecento a oggi di Luca Baldoni. Interverranno: Luca Baldoni e Simona Marino. Letture di Gennaro Maresca. Con il patrocinio morale del Comune di Napoli.

17 maggio, ore 17:00, Avellino, P.zza della Libertà,  marcia regionale contro l’omotransfobia con Apple Pie e Coordinamento Campania Rainbow: tutti ad Avellino. Con il patrocinio morale del Comune di Napoli.

18 maggio, ore 18:00, Napoli, Spazio NEA (Via Santa Maria di Costantinopoli, 53)  Presentazione di “Spalla a Spalla - Le (dis)avventure di Carlo e Luana” di Christian Coduto. Letture di Raffaele Ausiello e Annarita Ferraro. Modera Claudio Finelli

18 maggio, ore 9.30, Vico Equense, il Sindaco, Andrea Buonocore  e la Commissione Pari Opportunità incontrano in piazza gli studenti, le studentesse, i/le docenti del territorio, verrà abbattuto un muro simbolico del pregiudizio e dell’odio.

19 maggio, ore 20:00, Pompei, presso PompeiLab, via Astolelle seconda traversa, inizia “CINEPRIDE”, con il film Stonewall, cineforum itinerante con le Associazioni Ferro3.0 di Scafati, Forum dei Giovani di Pompei, PompeiLab, Ventimila Sterline di Pompei e Arcigay Vesuvio Rainbow di Torre Annunziata. Evento veso il Pompei Pride.

19 maggio, ore 10:00, Torre Annunziata, Liceo De Chirico, verso il Pompei Pride proiezione del film “un Bacio”, dibattito con alunni, docenti e il regista Ivan Cotroneo. Modera il Preside Felicio Izzo, presente il Sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione.

23 maggio, ore 18.30, Napoli, Libreria IOCISTO (Via Cimarosa, 20) presentazione del libro “Living Fleshlights” di Ariase Barretta. Modera Claudio Finelli.

23 maggio, ore 10:00, Napoli,  Istituto Tecnico Tecnologico Marie Curie, Via Argine 902, nell’ambito del progetto Forti per Agire, giornata di incontro con gli alunni e i docenti per il contrasto al bullismo e alle discriminazioni.

25 maggio, ore 9:30, Napoli, Aula Magna Scuola di Medicina e Chirurgia Università Federico II, via Pansini 5, nella settimana internazionale delle ricerca di si discute di “I Generi oggi.  Approcci affermativi e depatologizzanti ".

25 maggio, ore 15:00, Napoli,  Sala Giunta Comune di Napoli , “ Trans’formare l’organizzazione dei luoghi di detenzione, persone transgender e gender nonconforming  tra diritti e identità”. Tavola rotonda per discutere dei diritti dei detenuti LGBT*. Evento  promosso dal Centro Sinapsi dell’Università Federico II, dal PuntOorg International Research Network, patrocinato dal Comune di Napoli e sostenuto da Arcigay Napoli, MIT, ATN, ONIG e Fondazione GIC. Con il patrocinio morale del Comune di Napoli.

28 maggio, ore 10:00, San Giorgio a Cremano , Comune di San Giorgio a Cremano - Osservatorio LGBT  
dell'Università degli Studi di Napoli Federico II - Arcigay Napoli  incontrano studenti e studentesse degli istituti superiori per parlare  di omotransfobia nell'evento "Città e diritti arcobaleno".  
Interverranno il Sindaco di San Giorgio a Cremano Giorgio Zinno,  l'Assessore alla cultura di San Giorgio a Cremano Angela Viola, il Prof. Fabio Corbisiero della Federico II e l'Ing. Antonello Sannino di  Arcigay Napoli.

Scarica le locandine:

dal 15 al 17 maggio dal 18 al 20 maggio dal 21 al 28 maggio

 

17 Maggio Giornata Internazionale contro l'omotransfobia. Quest'anno come Arcigay Napoli abbiamo deciso di sostenere la proposta regionale del Coordinamento Campania Rainbow di fare un grande evento tutti insieme ad #Avellino, perché la città possa avere un #Pride che non ha ancora ospitato (Avellino è l'unico capoluogo della Campania a non aver ancora ospitato un Pride).
Sarà un vero e proprio #PRIDE che aprirà una lunga stagione di Pride in Campania e in Italia ( con ONDA PRIDE 2018).
Tutto ciò grazie all'entusiamso dei ragazzi e delle ragazze di Apple Pie: l'amore merita LGBT di Avellino. 

Questo è lo spot ufficiale.


" la discriminazione nuoce gravemente alla salute"

 


Iniziative Giornata Mondiale Contro l’omotransfobia
Maschio in Rosa
Il Maschio Angioino sarà illuminato in Rosa, iniziativa dell'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, contro i pregiudizi e per condannare l’odio omotransfobico

 

Maschio Angioino in rosa e piazza del Plebiscito Rainbow

per la Giornata Internazionale contro l’omofobia

In occasione della Giornata Internazionale contro l’Omofobia (che da dieci anni si celebra ogni 17 maggio per  sensibilizzare i cittadini sul tema dell’omofobia, della bifobia e della transfobia), per il terzo anno consecutivo, su iniziativa di Arcigay Napoli, il Maschio Angioino da stasera 16 maggio e fino al 18 maggio sarà illuminato di rosa.

Nelle stesse date, inoltre, il colonnato di piazza del Plebiscito tornerà ad illuminarsi dei colori rainbow della bandiera lgbt (così come avvenuto per la manifestazione “Svegliati Italia” del 23 gennaio scorso) anche per celebrare la legge sulle Unioni Civili appena approvata in Parlamento.

sanvalentinorainbow

maschioangioinorosa

f t g