Il Comitato Provinciale Arcigay Antinoo di Napoli e la Sezione Campana di NPS (Network Persone Sieropositive), esprimono preoccupazione e riprovazione nei confronti del messaggio diffuso dallo spot “Ma che dici?” che sta girando, in queste ore, sui canali Metronapoli della città.
 
Si tratta di uno spot a cura dell’Associazione Medici Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e provincia che ha come protagonista il prof. Mario Delfino, docente di dermatologia dell’Università di Napoli “Federico II”. Lo spot è dedicato alle malattie veneree e, presumibilmente, alla prevenzione delle stesse.
Il Prof. Delfino, dopo aver lanciato l’allerta sul prepotente ritorno delle malattie a trasmissione sessuale, raccomanda di non avere rapporti sessuali anche se protetti quando si è sotto l’effetto di droghe, alcol e con persone a rischio.
Il messaggio, dunque, piuttosto che comunicare la necessità di usare il preservativo e di fare sesso in maniera responsabile, invita a non fidarsi del preservativo e a discriminare persone ritenute a rischio, incrementando sessuofobia e sierofobia.
 
Il Prof. Mario Delfino, noto anche per il suo passato politico come consigliere comunale di FI e per essere un rappresentante di spicco della compagine partenopea dell’Opus Dei, in prima linea tra coloro che hanno partecipato alle celebrazioni per San Josemarìa Escriva, discussa personalità del mondo Cattolico, amico del caudillo Francisco Franco, ha in tal modo sdoganato un messaggio subdolamente pericoloso, antiscientifico e discriminatorio, dacché ha proditoriamente sconfessato l’indubbia validità del preservativo (l’Opus Dei d’altronde è contraria alle pratiche contraccettive) e ha ripristinato l’idea che esistano persone a rischio e non comportamenti a rischio, idea da cui deriva lo stigma tristemente reiterato verso tutti coloro i quali vivono serenamente, responsabilmente e alla luce del sole la propria sessualità e affettività.
 
Il titolo di questo spot è “ma cosa dici?" che è esattamente quello che chiediamo noi di Nps Sezione Campania insieme al Comitato Provinciale Arcigay Antinoo di Napoli: non si può tornare indietro di 30 anni nella prevenzione all'Hiv e nella lotta allo stigma. In quale corso di laurea di medicina oggi giorno si studia che le Ist (Infezioni sessualmente trasmesse) si trasmettono nonostante l'uso del preservativo? Questo spot sì che è nocivo per la confusione scientifica che produce parlando di persone a rischio in modo generico quando l'unico comportamento a rischio è il mancato uso del preservativo. Evitare rapporti sessuali ovvero predicare l'astinenza in caso di assunzione di sostanze non evita il problema delle Ist. Non vengono fornite indicazioni per chi volesse approfondire il tema o fare domande, ma bensì viene lanciato un messaggio allarmistico e non c'è nulla di più nocivo di ciò per la salute del cittadino.
 
Il Comitato Provinciale Arcigay di Napoli e la Sezione Campana di NPS chiedono, pertanto, alla direzione della società Metronapoli l’immediata sospensione del pericoloso spot e chiedono, altresì, all’Associazione Medici Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e provincia di prendere le distanze dallo spot “Ma che dici?” che ha per protagonista il Prof. Mario Delfino. Di contro chiediamo la diffusione di un nuovo spot che però abbia un contenuto scientificamente corretto e socialmente non discriminatorio.
 
Ecco lo spot: clicca QUI 
 
f t g