Cultura

La drammaturgia napoletana trionfa a Milano, all’edizione 2020 del premio internazionale Carlo Annoni. Vincitori ex aequo, nella sezione per i testi in lingua italiana, Fortunato Calvino con  "La Resistenza negata” e Benedetto Sicca con “Pochos”.

Foto III edizione del Premio internazionale Carlo Annoni

 

La Resistenza Negata di Fortunato Calvino affronta un tema legato alla storia delle Quattro Giornate di Napoli, restituendo alla nostra memoria il ruolo, spesso rimosso, che ebbero le donne e i femminielli di Napoli nella lotta contro i tedeschi.
La storia si svolge nel “Basso” di Mariasole, epicentro narrativo e sentimentale da cui parte la ribellione delle donne e dei femminielli del quartiere.

In foto Fortunato Calvino  vincitore del Premio Annoni 2020

“Pochos” è un lavoro teatrale scritto da Benedetto Sicca, tratto da una storia vera, più precisamente dalla creazione della squadra amatoriale di calcio dei Pochos, nel 2012, squadra nata da un’idea di Giorgio Sorrentino, uomo di sport e di teatro, che decise di mettere in discussione lo stereotipo etero sessista del calcio, creando un team di giocatori LGBT+.

in foto Benedetto Sicca vincitore del Premio Annoni 2020

E’ davvero motivo di orgoglio e soddisfazione la premiazione a Milano di questi due bellissimi e importanti lavori teatrali - commenta Antonello Sannino, responsabile memoria e sport per Antinoo Arcigay Napoli e Presidente dei Pochos Napoli ASD – E sono, altresì, orgoglioso di aver contribuito, grazie ai racconti del Partigiano Antonio Amoretti e al lavoro artistico di Fortunato Calvino a ridare dignità e memora al protagonismo, troppo spesso negato, dei femminielli durante le Quattro Giornata di Napoli.
Preservare la memoria delle Quattro Giornate e trasmetterla nel tempo, è vitale per il futuro di Napoli e ci racconta della capacità unica di resistenza e dell'animo libero della mia città, una città che è capace di assorbire tutto come una spugna, ma che sa resiste quando è messa in pericolo, che Resiste ogni giorno, nonostante le sue profondissime contraddizioni.”

Sono poi tra i fondatori dei “Pochos” - continua Sannino, che oggi ne è anche Presidente - e l’importanza di questa squadra è il fatto di essere l’unica associazione sportiva dilettantistica del sud riconosciuta dal CONI che ha nello statuto la mission del contrasto all’omotransfobia nello sport. Ho visto al teatro la messinscena di Benedetto Sicca, insieme al Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, e credo che, al di là dell’indubbio valore artistico, sia uno dei più efficaci lavori di teatro sociale sulle tematiche lgbt che ho potuto vedere negli ultimi anni.

Complimenti alla giuria del Premio Annoni - conclude Sannino - e grazie a Fortunato Calvino e Benedetto Sicca per questi due meravigliosi testi teatrali.

Il premio internazionale Carlo Annoni è riservato a testi teatrali a tematica LGBT+ e sulle diversità nella sfera dell’amore, della società, della politica e della cultura. Il Premio Carlo Annoni 2020 è stato dedicato a tutti coloro che in Italia e nel mondo lottano per aver riconosciuto il diritto di amare e contro le discriminazioni dovute all’orientamento sessuale.

Le foto in questo articolo sono di Corrado Spanger

Dopo anni di collaborazione con Artelesia Social Film Festival, il Consiglio Direttivo di Antinoo Arcigay Napoli ha deliberato unanimemente, giorno 5 giugno, di assegnare a Francesco Tomasiello, ideatore di Artelesia Film Festival, la delega cinema e festival del cinema sociale, con l'obiettivo di riuscire a consolidare la collaborazione con Artelesia Film Festival e altre rassegne di cinema sociale e per lanciare Antinoo Movie, il settore tematico per cinema LGBTQ della nostra Associazione. 

 

TEATRO GALLERIA TOLEDO

via Concezione a Montecalvario 34

 

3 – 8 marzo 2020
una produzione
Teatro Galleria Toledo Napoli - Materiali Contemporanei | Compagnia Diaghilev | Compagnia Massimo Verdastro
EROS E PRIAPO o il libro delle furie
di Carlo Emilio Gadda
interpretazione e regia di Massimo Verdastro
drammaturgia di Massimo Verdastro e Luca Scarlini
progetto scenico e costumi Pier Paolo Bisleri
progetto luci di Cesare Accetta

Viaggio nella notte tra le emozioni di un’attrice

In Sala Assoli le lettere segrete tra la Abba e Pirandello

 

Prima nazionale di “Non domandarmi di me, Marta mia” per Casa del Contemporaneo

 

TEATRO SANNAZARO

Via Chiaia 157

dal 21 al 23 febbraio 2020

MOLIÈRE / IL MISANTROPO
ovvero il nevrotico in amore

Versione italiana e adattamento
Fabrizio Sinisi e Valter Malosti

uno spettacolo di Valter Malosti

feed-image Voci Feed
f t g