Pride

In occasione del Mediterranean Pride of Naples che porterà in strada sabato prossimo, 22 giugno, migliaia di cittadini e di cittadine per difendere i diritti civili delle persone LGBT+, l’artista napoletano Massimo Pastore ha deciso, in continuità con le opere realizzate per “Santi Migranti”, logo/manifesto che prova a raccontare le storie dei migranti che troppo spesso trovano la morte nel Mare Nostrum, di ricostruire attraverso la sua opera l’immagine di Rudolf Nureyev, icona immortale, appunto “santificata”, non solo di arte e di bello, ma anche di libertà e di lotta ai pregiudizi e alla violenza omotransfobica.

Santi Migranti racconta le storie di tutti coloro che sono stati costretti, per un motivo o un altro, a lasciare la propria terra per trovare rifugio altrove. I destini di uomini e donne, indipendentemente dalla proprie origini culturali o geografiche, dall’appartenenza politica o religiosa, dalla identità sessuale, si incrociano  e ognuno dovrebbe avere l’inalienabile diritto di scegliere dove e come vivere la propria vita.

Destino che appartenne ad un genio della danza mondiale vissuto in un periodo drammatico per la storia recente, il periodo dell’esplosione improvvisa e terribile dell’AIDS.  Rudolf Nureyev, che decise di rinunciare al proprio Paese per la libertà, per poter vivere la sua vita da uomo libero. Nureyev fu un  Santo  Migrante come molti, seppur per motivi diversi costretto a chiedere e trovare rifugio in un paese che potesse garantirgli la libertà di “essere”.  Se Nureyev non avesse trovato rifugio in Francia, se San Gaudioso (il Santo Africano) non avesse trovato rifugio a Napoli, se i Dalai Lama non avesse trovato rifugio in India o la Dietrich in America, oggi l’umanità non avrebbe avuto queste testimonianze di resistenza e di libertà.

Chiederemo al Comune di Napoli di poter ospitare, immediatamente dopo il Pride, l'immagine di Nureyev Santo Migrante su un muro del centro storico della città

Per ulteriori informazioni informazioni: Massimo Pastore 3398666198

Mediterranean Pride of Naples 2019

22 Giugno, a Napoli il PRIDE, giornata dell’orgoglio LGBT.


#LegittimiDiritti

Il Comitato Antinoo Arcigay Napoli, il Circolo Le Maree Napoli ALFI, l’Associazione Transessuale Napoli e Famiglie Arcobaleno, con il supporto del Coordinamento Campania Rainbow, convocano per sabato 22 giugno la sesta edizione del Mediterranean Pride of Naples (MPoN),  la dodicesima edizione del pride di Napoli (la prima nel 1996). Come avvenuto negli  ultimi anni l’evento conta di poter ricevere il massimo supporto del Comune di Napoli e dalle Istituzioni locali.

Il Mediterranean Pride of Naples, consueta tappa dell’Onda Pride, quest’anno sarà  fortemente legato al Roma Pride del prossimo 9 giugno.  A 25 anni dal primo pride italiano, Roma 1994, e a 50 anni dai moti di Stonewall del 69, il MPoN  seguirà il Roma Pride e anticiperà di una settimana il World Pride di New York del prossimo 29 giugno.

Lo slogan politico scelto quest’anno è “ Legittimi Diritti”, claim volto a rimarcare il vero problema di sicurezza nel nostro Paese, ovvero quello di una violenza crescente ai danni delle persone socialmente più fragili, donne, migranti,  LGBT, disabili, anziani, che vivono in tutto il Paese, ma soprattutto a sud, condizioni di grande marginalità sociale e per questo maggiormente esposti a violenze e discriminazioni le quali spesso purtroppo non riescono a trovare la strada giusta per una pubblica denuncia.

Presto sarà convocata una Assemblea cittadina per aprire la discussione sull’evento e per ampliare ai contributi che potranno arrivare dalla società civile e dalla cittadinanza tutta. A breve inoltre sarà convocata anche una conferenza di servizi con il Comune di Napoli.

Napoli, lì 21/01/2018 

Oggetto: convocazione assemblea pubblica per il Pride regionale di Pompei (30 giugno 2018).

 

E’ convocata per il giorno 3 Febbario 2018 alle ore 16,00 presso la sede dell’Arcigay Vesuvio Rainbow di Torre Annunziata , via Pasquale Fusco n.1, un’assemblea pubblica aperta a tutti i cittadini e cittadine ,movimenti, collettivi, associazioni che intendono partecipare  al PRIDE REGIONALE del COORDINAMENTO CAMPANIA RAINBOW del 30 GIUGNO 2018 in difesa dei diritti civili e delle istanze della comunità LGBTQI.

Ordine del giorno :

1) Impostazione di una piattaforma politica/programmatica;

2) Proposte eventi ed eventuale calendarizzazione;

3) Organizzazione corteo e definizione del percorso;

4) Eventuali interventi politici durante il corteo;

5) Definizione della comunicazione mediatica del Pride;

6) Varie ed eventuali .

#LiberaMenteCorpo: al via la campagna di Comunicazione del #NapoliPride 2017 #DIRITTIeCORPO / Sabato 24 Giugno Piazza Municipio ore 16

ph: Mario Gelardi
progetto grafico: Luciano Correale
supervisione artistica: Claudio Finelli

 

 

 

ll Comitato Arcigay Antinoo di Napoli, in previsione del prossimo PRIDE del 24 giugno, cerca volontarie e volontari, a titolo completamente gratuito, per:
 
  • supportare l'organizzazione e la gestione del corteo del 24 giugno;
  • coadiuvare l'organizzazione degli eventi pre-corteo;
  • supportare la comunicazione grafica e web;
  • rafforzare l'ufficio stampa dedicato all'evento;
  • la gestione delle comunicazioni social;
  • la segreteria organizzativa.
 
Vi preghiamo di inviare una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., lasciandoci nome e numero di telefono per essere ricontattati prima possibile. 
 
Abbiamo bisogno del tuo sostegno e del tuo supporto. Con orgoglio tutt* in piazza il prossimo 24 giugno per il Meditarranean Pride of Naples 2017. 
 
Grazie!
 
 
per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
mobile: 3922468663
telefono: 0815528815
 
mpon
Comunicato Stampa
Napoli, 26.09.2016

È il 24 giugno 2017, la data scelta per il prossimo Mediterranean Pride di Napoli.

Ad annunciarlo sono Arcigay Napoli, Arcigay Campania, Arcilesbica Napoli e il Coordinamento Campania Rainbow all'indomani delle prime importanti unioni civili che si sono celebrate in Campania, unioni che hanno tradotto in diritti certi e concreti quanto la legge Cirinnà ha offerto, dopo anni di lotte, alla comunità Lgbt del Nostro Paese.

Si tratterà di un Pride che attraverserà la città terminando il proprio percorso sulla meravigliosa passeggiata del lungomare liberato. Un Pride che, proprio nei giorni in cui si ricorderanno i mitici Moti di Stonewall, intenderà rilanciare con ancora più forza e convinzione il percorso verso una società sempre più accogliente e scevra da discriminazioni e verso una città sempre più attenta e sensibile alle esigenze turistiche delle persone lesbiche, omosessuali, bisessuali e transessuali.
A tal fine, già a partire dal mese di ottobre avranno luogo una serie di riunioni e assemblee per discutere gli aspetti logistico-organizzativi della manifestazione.

I rappresentanti delle suddette associazioni si dichiarano fiduciosi di avere, come nelle passate edizioni, il sostegno del Comune di Napoli, della Città Metropolitana, della Regione Campania, dei sindacati, dei collettivi cittadini, delle associazioni e degli imprenditori più  sensibili ai temi dell'inclusione e della libertà.

Come sempre, il Mediterranean Pride di Napoli, gettando un ponte culturale e civile tra la città di Napoli e i vari paesi che si affacciano sul Mediterraneo, si inserirà nel sistema Onda Pride che attraverserà la nazione sotto i colori arcobaleno propri della comunità Lgbt.

Arcilesbica Napoli
Arcigay Napoli
Arcigay Campania
Coordinamento Campania Rainbow

 

Domenica 5 Luglio 2015

h 20.00

Piazza Bellini - Napoli

WE ARE THE PRIDE

 

Edizione Speciale

#dirittiescuola

VOCI E TESTIMONIANZE PER UNA SCUOLA INCLUSIVA E CHE NON DISCRIMINI

La scuola è il luogo che ciascuno di noi ha attraversato nella propria vita. Il luogo in cui abbiamo costruito le nostre identità, la nostra cultura e il luogo nel quale abbiamo imparato ad essere cittadini e cittadine. La scuola è anche il luogo della cittadinanza negata, dove giovani adolescenti per il semplice fatto di essere lesbiche, gay, bisex, trans o di essere percepiti come tali, sono sottoposti ad attacchi violenti sia verbali che fisici. Il bullismo omotrasfobico emerge come feonomeno sempre più evidente, anche in virtù del fatto che tantissimi ragazzi e tantissime ragazze scelgono di fare coming out. Abbiamo deciso di dedicare il Pride di Napoli 2015 alla scuola, sotto l'hashtag di #Dirittiescuola, perchè il pride vuole arrivare lì dove i diritti sono negati, dove viene precluso il diritto allo studio, il diritto alla costruzione autoderminata della propria identità e viene precluso il senso più autentico dell'articolo 3 della nostra Costituzione.


noi siamo per la scuola e per l'università

che si fondano su un solo principio:

libera è la cultura e libero è  l'insegnamento.

050715

f t g