Progetti

Lo Sportello antidiscriminazione rappresenta uno spazio di ascolto, di accoglienza e di sostegno gratuito per persone che affrontano momenti di difficoltà, in special modo per coloro che abbiano subito episodi di discriminazione. Lo sportello ha l’obiettivo di promuove il benessere degli individui e la tutela dei diritti, offrendo supporto psicologico e legale fornito da un team di esperti.

Lo sportello è attivo tutti i giovedì, dalle ore 16:00 alle ore 18:00 presso gli uffici del Forum dei Giovani in via Dante n.6, Torre Annunziata (Na).

In loco sarà possibile, attraverso un servizio di front office rivolgersi ad un’Operatrice che si occuperà del primo accesso al punto di ascolto informando e orientando il soggetto richiedente rispetto ai servizi offerti. Si occuperà, inoltre, di coordinare gli appuntamenti con il Professionista di competenza (avvocato e/o psicologo).
Alternativamente è possibile rivolgersi anche al numero +39 3331360824 attraverso messaggistica WhatsApp.

L’attività di consulenza giuridica (consigli e pareri orali) sarà soggetta al segreto professionale e al rispetto di tutte le norme deontologiche forensi. L’avvocato garantirà un’assistenza personalizzata improntata sul rapporto diretto con la stessa in modo tale da garantire al soggetto richiedente una prestazione che tenga conto, tra l’altro, del lato umano della questione.

L’attività di sostegno psicologico sarà, anch’essa soggetta al segreto professionale; svolta da una psicologa e psicoterapeuta regolarmente iscritta all’Albo degli Psicologi regionale, che opera nel rispetto del Codice Deontologico Nazionale. Viene offerto uno spazio di ascolto e sostegno psicologico rivolto a persone che si trovano a vivere un momento di disagio e/o isolamento legato ad eventi di discriminazione.

 

Selezionati i giovani cittadini di Torre Annunziata nell’ambito del progetto “Facciamo l’Impresa”.

Dopo i primi laboratori all’Istituto “Marconi” e al Liceo Artistico “De Chirico” della scorsa settimana, ieri mattina i vincitori del bando di selezione pubblica hanno incontrato i responsabili del progetto ed alcuni amministratori della città presso la Casa Comunale di via Provinciale Schiti.

L’iniziativa, finanziata dai POR FES Campania 2014-2020 nell’ambito di “Benessere Giovani”, ha come obiettivo quello di avviare i giovani a percorsi formativi per l’inserimento nel mondo del lavoro e alla creazione d’impresa.

«I nostri giovani – afferma il sindaco Vincenzo Ascione -, attraverso laboratori e stage, potranno accrescere le proprie conoscenze e maturare esperienze sia nell’ambito lavorativo che in quello sociale. Potranno anche confrontarsi su temi importanti come quello della legalità, della lotta alle discriminazioni, della cittadinanza attiva e della tutela dell’ambiente. Sarà, inoltre, fondamentale la partecipazione collettiva per ricostruire l’identità dei luoghi della nostra comunità».

«Siamo felici che così tanti giovani abbiano aderito a questo progetto – afferma l’assessore alle Politiche Giovanili, Martina Nastri -. Lo scopo è quello di rendere le generazioni future sempre più attente alle possibili opportunità professionali e di prepararle ad affrontare il mondo de lavoro».

«Abbiamo riscontrato nei giovani tanto entusiasmo – spiega il coordinatore del progetto, Antonello Sannino -.  Il percorso formativo punta alla valorizzazione delle risorse del territorio, prima tra tutte quella umana. Da torrese posso garantire che ci impegneremo al massimo per fornire a ragazzi e ragazze del nostro territorio concrete opportunità di crescita».

Il Sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione


Città di Torre Annunziata - Giovani beneficiari del progetto "Facciamo Impresa"

All'interno del progetto Net.Work antidiscriminazione, il Comitato Arcigay di Napoli, partner del progetto organizza dei percorsi di aggiornamenti e dei seminari di approfondimenti sull'antidiscriminazione sul lavoro, in modo particolare per quelle discriminazioni legate ai flussi migratori e/o all'identità sessuale. 

Per informazioni e iscrizioni ai percorsi e ai seminari scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ai seminari è possibile iscriversi in modo autonomo, ad uno a due o a tutti e tre, anche senza seguire il corso di formazione. La prima giornata del corso di formazione, svolta martedì scorso, sarà replicata, per cui chi volesse può iniziare anche a seguire il corso di formazione dalla seconda lezione di mercoledì 15 novembre. 

 

 

PERCORSI DI AGGIORNAMENTO

SEMINARIO DI APPROFONDIMENTO

Il Comitato Arcigay Antinoo di Napoli seleziona giornalisti ed esperti in comunicazione che vogliano fare attività di volontariato, nell'ambito del contrasto alle discriminazioni e in difesa delle istanze LGBT*.

Non ci sono vincoli temporali e la collaborazione è sospesa, da almeno una delle parti, in qualsiasi momento, previa comunicazione di almeno 15 giorni.

Vi preghiamo di inviare una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (allegando alla medesima curriculum o rilasciando i propri dati personali: Nome, Cognome, data di nascita, residenza, titoli di studio, settore di interesse e recapiti telefonici) entro e non oltre le ore 23:00 del giorno 31 gennaio 2017.

Le domande saranno esaminate dal Consiglio Direttivo del Comitato Arcigay di Napoli che comunicherà agli interessati le modalità per iniziare la collaborazione entro il 15.02.2017.

per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
telefono: 0815528815
mobile: 3922468663

Con i complimenti della commissione esaminatrice si è concluso il percorso formativo delle sei ragazze transessuali parte del progetto “Nails star's: arte formazione inclusione”.

Dopo un training formativo sulla cura estetica della mano e del piede durato sei mesi, tutte le ragazze hanno superato al meglio l’esame finale e, tra qualche lacrima di emozione e tensione, hanno mostrato il loro talento agli esaminatori.

diplomatransnails

Grande soddisfazione per l’associazione capofila del progetto Arcigay Napoli Antinoo che si esprime attraverso la sua portavoce per le politiche trans Daniela Falanga:“E’ una grandissima emozione per noi aver reso possibile questa esperienza. Ogni giorno le persone transessuali vivono sulla propria pelle il peso della discriminazione, in particolare nel mondo della formazione e del lavoro ed è con questo tipo di progetti che è possibile abbattere le barriere poste al loro ingresso. L’orgoglio e la gioia visibili sul volto delle ragazze, ci ha pienamente ripagato di tutti gli sforzi che da decenni la comunità trans napoletana ha fatto per raggiungere questo piccolo ma importante obiettivo. Le istituzioni riconoscono finalmente l'importanza di lavorare per la piena inclusione anche dei cittadini e delle cittadine transessuali”

Il progetto, finanziato dal Comune di Napoli per gli interventi dedicati alle pari opportunità, è stato promosso e coordinato da Arcigay Napoli Antinoo. Ha avuto come partner la Scuola di Formazione CISEP Nynphea (che ha seguito con grande professionalità tutto il percorso delle allieve per accompagnarle nel mondo dell’estetica), l’ATN-Associazione Transessuale Napoli (che ha offerto consulenza e supporto alle sei ragazze) e l’Osservatorio lgbt del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università di Napoli Federico II (che si è occupato dell’analisi dei dati e della comunicazione).

L’appuntamento per la restituzione finale dei risultati del progetto è a fine febbraio con un convegno dedicato alle difficoltà che riscontrano le persone lgbt nel mondo del lavoro e a quelle politiche organizzative che invece introdurrebbero nei contesti aziendali le condizioni per una parità sostanziale di tutti i lavoratori.

Il Comitato Provinciale Arcigay Antinoo di Napoli, insieme all'Associazione Transessuale Napoli, al fine di promuovere l'inclusione sociale attraverso la formazione e l'inserimento lavorativo delle persone lgbt, seleziona 7 persone transessuali da inserire in un percorso di formazione professionale in "Manicure, pedicure e nails art" della durata complessiva di 600 ore. Il corso, finanziato dall'Amministrazione Comunale di Napoli, sarà svolto dalla Scuola di Formazione Professionale CISEP Nynphea e al suo termine verrà rilasciato un attestato valido in tutto il territorio dell'Unione Europea.

Scadenza: 16 aprile 2015

pdf scarica l'avviso

nails

Quando si fa riferimento a persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT) è importante la terminologia che si utilizza poiché le dimensioni linguistiche, i concetti espressi tramite specifici linguaggi ed i discorsi hanno un potente impatto sulla costruzione della realtà e, quindi, anche dello stigma e della discriminazione. Ricorrere a termini "politicamente corretti", quindi, può avere molte ricadute positive sulle persone sia sul piano affettivo che psicologico. Quando ciò non accade c'è il rischio che si venga a creare distanza o confusione. Per esempio, l'acronimo"LGBT" viene solitamente usato all'interno dei movimenti che hanno lo scopo di sostenere i diritti e l'ottenimento di pari opportunità per le persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender, ma il suo utilizzo potrebbe confondere e allontanare tutte quelle persone che sono distanti da questa realtà e che,quindi, non riescono a comprenderne il significato. Questa guida è stata pensata per sostenere le persone LGBT, ma anche tutti coloro che per motivi diversi (genitori, fratelli, amici, insegnanti, educatori, professionisti) si interrogano sulle diverse dimensioni e significati connessi all'orientamento sessuale e all'identità di genere. L'obiettivo è di provare a fare chiarezza, liberando un'ampia serie di termini e vocaboli da stereotipi, pregiudizi e stigmi, favorendo nei cittadini tutti un'informazione corretta.
Essa offre una visione d'insieme del vocabolario essenziale, dei termini da evitare ed alcuni messaggi chiave per trattare le varie questioni connesse all'orientamento sessuale e all'identità di genere e a tutto ciò che da esse diparte, come ad esempio il riconoscimento delle relazioni affettive sul piano legale, le leggi anti-discriminazione o l'omogenitorialità.
È importante, però, sottolineare che l'intento degli autori non è stato quello di creare una serie di rigide prescrizioni, ma quello di fornire al lettore una guida agevole, in grado di creare una riflessione sulla terminologia possibilmente più corretta da utilizzare. I contesti, però, sono molteplici e diversificati. Ci auguriamo, dunque, che il lettore possa utilizzare questa guida come uno strumento di comprensione delle differenti questioni LGBT.
Questa guida rappresenta una traduzione ed un adattamento italiano di un opuscolo pubblicato dal Movement Advancement Project (MAP), un movimento indipendente americano che si occupa di pari opportunità per la popolazione LGBT. La serie Talking About LGBT issues, consultabile online sul sito www.lgbtmap.org/talking-about-lgbt-issues-series esu www.glad.org/talkingabout, fornisce raccomandazioni e risorse aggiuntive.
Buona lettura.
guidatermini
Quando si fa riferimento a persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT) è importante la terminologia che si utilizza poiché le dimensioni linguistiche, i concetti espressi tramite specifici linguaggi ed i discorsi hanno un potente impatto sulla costruzione della realtà e, quindi, anche dello stigma e della discriminazione. Ricorrere a termini "politicamente corretti", quindi, può avere molte ricadute positive sulle persone sia sul piano affettivo che psicologico. Quando ciò non accade c'è il rischio che si venga a creare distanza o confusione. Per esempio, l'acronimo"LGBT" viene solitamente usato all'interno dei movimenti che hanno lo scopo di sostenere i diritti e l'ottenimento di pari opportunità per le persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender, ma il suo utilizzo potrebbe confondere e allontanare tutte quelle persone che sono distanti da questa realtà e che,quindi, non riescono a comprenderne il significato. Questa guida è stata pensata per sostenere le persone LGBT, ma anche tutti coloro che per motivi diversi (genitori, fratelli, amici, insegnanti, educatori, professionisti) si interrogano sulle diverse dimensioni e significati connessi all'orientamento sessuale e all'identità di genere. L'obiettivo è di provare a fare chiarezza, liberando un'ampia serie di termini e vocaboli da stereotipi, pregiudizi e stigmi, favorendo nei cittadini tutti un'informazione corretta.
Essa offre una visione d'insieme del vocabolario essenziale, dei termini da evitare ed alcuni messaggi chiave per trattare le varie questioni connesse all'orientamento sessuale e all'identità di genere e a tutto ciò che da esse diparte, come ad esempio il riconoscimento delle relazioni affettive sul piano legale, le leggi anti-discriminazione o l'omogenitorialità.

È importante, però, sottolineare che l'intento degli autori non è stato quello di creare una serie di rigide prescrizioni, ma quello di fornire al lettore una guida agevole, in grado di creare una riflessione sulla terminologia possibilmente più corretta da utilizzare. I contesti, però, sono molteplici e diversificati. Ci auguriamo, dunque, che il lettore possa utilizzare questa guida come uno strumento di comprensione delle differenti questioni LGBT.

Questa guida rappresenta una traduzione ed un adattamento italiano di un opuscolo pubblicato dal Movement Advancement Project (MAP), un movimento indipendente americano che si occupa di pari opportunità per la popolazione LGBT. La serie Talking About LGBT issues, consultabile online sul sito www.lgbtmap.org/talking-about-lgbt-issues-series esu www.glad.org/talkingabout, fornisce raccomandazioni e risorse aggiuntive.

Buona lettura.

 

intestaz_forum

Forum Universale delle Culture

di Napoli e Campania

presenta

Napoli è na cammenata

a cura del Liceo Scientifico “Carlo Miranda” di Frattamaggiore

25 e 27 Novembre 2014

La partecipazione ai percorsi è gratuita

 

La D.S. Prof.ssa Nunzia Mallozzi, i docenti e gli studenti del Liceo Scientifico “Carlo Miranda” di Frattamaggiore sono lieti di invitare tutti i cittadini a prendere parte ai percorsi letterari e d’arte ideati per il Forum Universale delle Culture di Napoli.

Le passeggiate nascono da un lavoro in partenariato con il Comitato Provinciale Arcigay di Napoli Antinoo e ripercorrono le strade, i luoghi e le immagini che hanno ispirato quattro opere teatrali appartenenti a celebri autori napoletani che sono ancora oggi dei cardini preziosi per tutta l’arte scenica campana e italiana: Raffaele Viviani, Eduardo de Filippo, Giuseppe Patroni Griffi e Annibbale Ruccello. Il filo conduttore a cui si ispira l’evento è la decostruzione degli stereotipi della lingua napoletana e la sua rivalutazione in chiave inclusiva. L’obiettivo finale è, invece, la stimolazione, soprattutto nei giovani di una curiosità continua verso il proprio territorio che li renda più consapevoli non solo del valore del proprio patrimonio artistico e culturale ma anche dell’importanza di una convivenza costruttiva tra culture e linguaggi differenti.

Gli appuntamenti da segnare in agenda per partecipare all’evento Napoli è na cammenata, percorsi letterari e d’arte nel cuore di Napoli, sono i seguenti:

Martedì, 25 Novembre 2014

Dalle ore 10.00 alle ore 13.00

Primma Cammenata: L’Ultimo Scugnizzo di Raffaele Viviani

Da P.za Montesanto a P.za S. Domenico Maggiore

Dalle ore 14.00 alle ore 17.00

Siconda Cammenata: Natale in Casa Cupiello di Eduardo de Filippo

Da Via S. Gregorio Armeno (incrocio S. Biagio dei Librai) a P.za Dante

 

Giovedì, 27 Novembre 2014

Dalle ore 10.00 alle ore 13.00

Terza Cammenata: Scende giù per Toledo di Giuseppe Patroni Griffi

Da P.za Dante a P.za Municipio

Dalle ore 14.00 alle ore 17.00

Quarta Cammenata: Le cinque rose di Jennifer di Annibale Ruccello

Da L.go Montecalvario a P.za del Plebiscito

 

Ufficio Stampa
Valter Catalano +39 3881850218

Liceo Scientifico “Carlo Miranda”
Tel: +39 081 8801909

Fax:
+39 081 8368185

 

INFO:  www.forumculture.org - tel. 3245949643 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18.

loghi_fondo

 

f t g